In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Benvenuto login
ADV>

Perché un utente dovrebbe visitare il nostro sito?

Abbiamo un sito? Abbiamo speso molto? Non abbiamo contatti? Siamo arrabbiati, delusi o ci stiamo chiedendo cosa abbiamo sbagliato o cosa ha sbagliato la web agency? Iniziamo proprio da questa considerazione: Perché un utente dovrebbe visitare il nostro sito?

Sempre più spesso ci rendiamo conto che un cliente che si avvicina nel mondo virtuale non ha consapevolezza dell'utilità di un sito, chiede visibilità ma non vuole scrivere troppo, chiede contatti e clienti, ma spesso non investe nulla per far capire cosa fa e cosa propone.

Sfatiamo subito un mito, il sito bello non serve a nulla se non è utile al cliente anche se, spesso, l'investimento grafico è l'unico aspetto che si tende a guardare (forse perché si vede fisicamente?) dimenticando che un sito senza visitatori è inutile.

Il sito dovrebbe essere un concentrato di soluzioni per il cliente finale che cerca qualcosa con google o qualsiasi motore di ricerca. Perché un utente dovrebbe visitare il nostro sito? Per trovare risposte!

Perché si sottovaluta l'aspetto comunicativo di un sito?

È molto strano per noi che curiamo la seo di un progetto, capire cosa si può aspettare un cliente che investe qualche migliaio di euro per un involucro colorato senza alcuna informazione e ancor più strano è avere un confronto con chi vuole un sito come il nostro (ci sono 600 pagine nel sito amdweb.it), senza fare investimenti sugli aspetti comunicativi del progetto.

Visibilità è comunicare, visibilità è dare soluzioni, visibilità è far capire chi siamo, cosa facciamo e come lavoriamo.

Non possiamo aspettarci dal sito un ritorno se c'è un form contatti o se mettiamo solo qualche slogan, spesso scoordinato e scontato. Su queste considerazioni torniamo al punto di partenza: perché un utente dovrebbe visitare il nostro sito?

Se stiamo leggendo questa pagina dobbiamo notare una cosa: la questione principale è proprio legata al nostro punto di partenza, perché un utente dovrebbe visitare il nostro sito? e tutte le considerazioni che facciamo sono una conseguenza non tanto del fare un sito, ma del dare informazioni al cliente. Se stiamo leggendo questa pagina ci interessa capire il concetto di base che porta un utente ad entrare in un sito e "perderci" del tempo.

Perché un utente dovrebbe visitare il nostro sito? perché trova quello che cerca, perché trova informazioni utili e non scontate, perché trova ciò che altri non dicono o non dicono così chiaramente.

Non stiamo cercando i costi di un sito o informazioni generali per fare un sito, ma stiamo cercando delle considerazioni precise e chiare (Perché un utente dovrebbe visitare il nostro sito?) e tutto il resto è o sarebbe superfluo. Del resto dobbiamo capire che un sito ci sostituisce in un contesto virtuale dove non possiamo essere sempre on line a dare risposte e le nostre risposte sono i testi e come li scriviamo.

Se un cliente ci chiede attraverso google qualcosa, dobbiamo essere noi abili a dare la giusta risposta e dobbiamo essere abili a far vedere come lavoriamo e cosa proponiamo. Se a questo punto il concetto è chiaro, un cliente inizia a ragionare e magari vuole approfondire vari aspetti economici, per questo in alto a destra nel menù trova un chiaro link al chi siamo, servizi, mission, prezzi.

A fianco nella pagina ci sono altri approfondimenti e sotto alla pagina altre categorie con altre potenziali tematiche da trattare in un sito, magari meglio se prima di spendere.

Strategie, testi, informazioni

Dobbiamo sempre tenere a mente un concetto molto semplice: un sito è un mezzo di comunicazione che ci permette di arrivare a nuovi clienti che, rispetto al negozio fisico, non ha barriere spazio temporali. Il sito è sempre attivo e, addirittura, in base al settore, possiamo anche pensare di tradurlo in più lingue. L'abilità è proprio quella di arrivare a trattare tutte le tematiche che hanno a che fare con il settore che si tratta e più si è ampi e chiari più è facile che il cliente si avvicini all'azienda.

Se un cliente cerca qualcosa, prodotto o informazione che sia, più il testo è chiaro e curato più è facile che ci sia interazione; più strumenti si hanno, newsletter piuttosto che canali social piuttosto che app specifiche, più è facile arrivare a nuovi clienti.

Un errore non dobbiamo fare, quello di dare per scontato, perché il sito è e deve essere uno strumento di lavoro: se banalizziamo questo passaggio, buttiamo soldi e perdiamo potenziali clienti.

Quanto costa fare un sito ben visibile? (leggi qui l'approfondimento)

 

Questa pagina è stata inserita nel sistema il: 03/10/2016 12.51.28
L'ultimo aggiornamento: 09/10/2016 11.53.06
Condividi nelle tue pagine Social

Start up tecnico online in 48 ore

In evidenza

La prima pagina di google... cosa serve per essere primi?
leggi..
09/08/2012
yost.technology, seo, work in progress, una visione di web innovativa, diversa, da scoprire...
leggi..
13/09/2014
Inviare newsletter è una strategia di marketing avanzata che necessita di server dedicati e strumenti di invio...
leggi..
14/06/2016
Tecnica, realizzazione, grafica... quanto costano?
leggi..
30/08/2016
Con amdweb serve qualche ora per la parte tecnica, gli aspetti strategici invece...
leggi..
21/02/2017
Parlare di sito senza parlare di seo, è come...
leggi..
30/03/2017
amdweb usa e consiglia
yost technology
Yost.tecnology

la piattaforma più evoluta di sempre, per creare e gestire siti internet
yost.technology