In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Benvenuto login

Come inviare le mail?

Un aspetto da tenere sempre sott'occhio è l'invio delle mail.

Come inviare le mail? Per fare questa operazione abbiamo molti modi, che possono essere i normali client di posta tipo outlook a sistemi di invio massivo (invio massivo=invio di un numero consistente di mail in un invio o in contemporanea). Vogliamo in questo spazio parlare de lanewsletter.net per evidenziare come questo servizio sia un ottimo partner per la gestione e l'invio di un database di mail.

Nella premessa dobbiamo fare un ovvio confronto con i client di posta, che fanno il loro lavoro di invio mail con non poche complessità se parliamo di mail commerciali che necessitano di qualche controllo. Non serve dire che il lavoro è impegnativo nel senso che preparare l'invio (limite massimo in genere di 500) e controllare le cancellazioni potrebbe rivelarsi una perdita di tempo notevole.

come inviare le mail? usa lanewsletter.net, un sistema sicuro, efficace, che usa il tuo smtp e ti da un report sempre aggiornato e veritiero



Un servizio di invio di mail con amdweb



amdweb ideando lanewsletter.net ha pensato in primis a tutelare la privacy del cliente e non da meno di agevolare la gestione e l'invio del messaggio

Un vero e proprio servizio di invio di mail


Come funziona

Con un link si integra la pagina di registrazione in qualsiasi sito, e con pochi passaggi, nome e mail obbligatori, passiamo ad un'iscrizione da parte del cliente. Il sistema registra il passaggio per avere uno storico di registrazione, in modo che possiamo dimostrare di avere una adesione del cliente al servizio; il sistema manda una mail di verifica e chiede il click di un link che abilità la ricezione.
Da questo momento il cliente è nel nostro database. Un'interfaccia pulito e semplice permette la scrittura della mail, permette un invio anteprima ad un nostro indirizzo per poter controllare che sia tutto corretto e un semplice invia mette in moto il sistema. Possiamo interfacciasi con il vostro indirizzo mail così da evitare spam e possiamo filtrare in base a provincia, sesso o altri parametri  a chi inviare o meno il messaggio pubblicitario.

Cosa c'è di nuovo?

La cosa interessante di questo sistema è la gestione dei dati, possiamo infatti monitorare chi legge, chi clicca e se ci sono errori per indirizzo obsoleti. Un intreccio periodico dei dati permette di capire l'andamento delle campagne e di togliere chi non legge mail la mail.
Altra cosa interessante è la velocità di invio, con pochi click riusciamo a far partire molte mail, senza preoccuparci di dover dividere in piccoli pacchetti. La gestione delle cancellazioni è automatica, chi si cancella dalla newsletter non avrà nessun altro invio, dal momento stesso della cancellazione per proteggere il cliente e la sua privacy. In effetti non è solo un modo per inviare mail ma è un ottimo sistema di gestione clienti perché permette di automatizzare moti passaggi e di arrivare ad un invio in pochi minuti. La velocità di invio è da calcolare poi, in base alle singole esigenze, perché possiamo fare invii velocissimi (server dedicato) o invii "normali" con il nostro indirizzo.


Cosa serve per essere in regola con gli invii di mail?

Dobbiamo aver chiaro cosa serve per essere in regola con gli invii di mail perché la legge a questo proposito diventa sempre più severa. In primis serve un consenso scritto dell'utente e non da meno, serve rispettarlo. Non dobbiamo fare confusione, il fatto che un indirizzo sia libero nella rete non ci autorizza ad utilizzarlo per i nostri scopo senza chiederne il permesso ed il fatto che lo fanno tutti non ci giustifica. Qui sarà sempre più serrato il controllo perché il problema dello spam è sempre maggiore tanto da rendere il sistema quasi sterile se non ben organizzato. Resta inteso che serve una bella dose di buon senso, serve mettersi nei panni del cliente e cercare di capire quando si è troppo invadenti. Non ci dovrebbe essere una legge che tutela questo passaggio, ma il buon senso.
Per questo si preferisce comprare indirizzi, per togliersi un po' questa responsabilità e si crede che invadendo con orde di mail il cliente abbiamo più opportunità di vendita, quando in realtà è la strada più certa per farci finire direttamente nel cestino. (argomento già trattato in altri articoli)
Per essere in regola con gli invii di mail, comunque serve avere un'autorizzazione chiara e scritta che autorizzi l'invio e si deve avere nella mail stessa la possibilità di cancellarsi senza troppi step così da svincolare immediatamente il cliente che si stanca di ricevere i nostri messaggi. Qui si deve fare attenzione, non è così corretto fare troppi passaggi e fare richieste di spiegazioni, ci possono essere ma non obbligatorie e non ci deve essere nessuna pretesa per la cancellazione stessa. Se la registrazione da diritti a sconti e promo, possono essere sospesi, ma nessun onere dev'essere attribuito al cliente.

Questa pagina è stata inserita nel sistema il: 06/10/2012 21:56:17
L'ultimo aggiornamento: 26/11/2013 12:21:34
Condividi nelle tue pagine Social


Start up tecnico online in 48 ore

In evidenza

Prova il servizio lanewslette, fino a 200 invii al giorno da 159 euro all'anno...
leggi..
09/08/2012
Scopri il servizio amdweb per essere on line con la tua azienda...
leggi..
30/08/2012
Come può chi non conosce l'azienda, capire cosa offre senza una comunicazione adeguata?
leggi..
14/04/2018
amdweb usa e consiglia
yost technology
Yost.tecnology

la piattaforma più evoluta di sempre, per creare e gestire siti internet
yost.technology