In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Benvenuto login

Quanto costa vendere on line?

La scelta di proporsi nei mercati on line è spesso ostacolata da una serie di costi iniziali a volte impegnativi, a volte poco chiari che devono essere affrontati. Il problema di fondo, a nostro modo di vedere le cose, è quello di individuare chi ci può dare un prospetto chiaro del percorso da fare per iniziare a vendere on line chiarendo innanzitutto una questione importante

Consigliamo massima chiarezza su due macro aspetti il primo tecnico strategico, il secondo economico. Ne parleremo spesso, perché sono questioni molto delicate che influiscono sul lavoro finale. Consigliamo di affrontare sempre e con estrema consapevolezza, almeno concettuale, ogni passaggio per scegliere il meglio e investire nella presenza aziendale con cognizione di causa.

Aspetti tecnico strategici

aspetti tecnico realizzativi di un sito | amdweb.it
  • Progetto iniziale
  • Scelta tecnica
  • Realizzazione contenuti
  • Post messa in rete
Aspetti economici

aspetti economici di un sito | amdweb.it
  • Costi tecnici
  • Costi realizzativi
  • Costi pubblicitari

Quanto costa vendere on line?

Trattare questo argomento, il trattare quanto costa vendere on line, impone di suddividere le tipologie di costi che sono differenti.
Innanzitutto la parte burocratica, che ha dei costi per aprire il canale vendita se l'azienda non ne è ancora autorizzata e, sempre a livello burocratico, l'apporto dello studio di un commercialista che segue le pratiche.
Risolta la questione "permessi" dobbiamo pensare alla questione fisica del progetto che non deve limitarsi solo al costo del sito, ma deve comprendere anche costi di sviluppo e di pubblicità successivi alla realizzazione del sito ecommerce.

Quanto costa vendere on line? la vendita on line è caratterizzata da un sito performante...

Partiamo con ordine.
È doveroso fare un progetto o avere un punto di partenza chiaro, infatti: abbiamo già clienti? Partiamo da zero? Abbiamo richieste o vendiamo ma facciamo transazioni di fiducia con clienti affezionati?
Queste premesse servono per chiarire un aspetto di costi iniziale perché cambiano l'approcco di partenza. Se si parte ex novo per un intuito o per la volontà di mettere on line quello che facciamo, i costi si alzano, perché in primis il pubblico ci deve conoscere, cosa molto diversa se abbiamo già una serie di clienti a cui scriviamo costantemente per offerte o promozioni.
Il progetto iniziale deve essere chiaro ed esaustivo e comprendere i diversi scenari di partenza. Serve ideare un sito, serve un progetto per un sito che da una parte preveda uno sviluppo seo e dall'altra una certa semplicità di chiudere la transazione on line.
Parlando di costi, chiarendo un po' quanto costa vendere on line, è doveroso fare una premessa importante, perché non vogliamo prendere in considerazione spunti fai da te ma piuttosto rivolgerci a PMI, aziende, enti, professionisti che vogliono avvicinarsi al web in modo professionale e con un minimo di interesse.
Non parliamo di costi di poche centinaia di euro perché si devono curare molti aspetti come:

  • Il posizionamento del sito
  • La stesura dei contenuti
  • Le descrizioni dei prodotti
  • Le immagini dei prodotti
  • La visione dell'insieme

Solo questi aspetti richiedono un impegno economico importante, che varia in base al settore e a quanti contenuti si devono fare. Se parliamo di pelle, di borse, portafogli, cinture e siamo un'azienda che produce dobbiamo in primis fare un bel sito e poi pensare alla fase vendita. Fare un bel sito vuol dire scrivere nel dettaglio cosa caratterizza le nostre produzioni, come si differenziano dal mercato e i loro punti di forza qualitativi. Se cerchiamo un'azienda che fa borse in pelle dovremmo essere tra le prime posizioni con i motori di ricerca.
Per un lavoro di questo tipo, possono servire anche 200 euro a pagina, che moltiplicato per i prodotti che abbiamo possono formare un costo importante che per forza di cose dev'essere un investimento e non un costo fine a se stesso.

Analizziamo un po' i costi nel dettaglio

Se ci pensiamo bene, però, tra:

  • scrivere il testo,
  • selezionare le foto (se bisogna farle è un costo aggiuntivo) e
  • abbinarle ad una grafica sobria,
  • agevolare l'acquisto

con un sistema semplice ed intuitivo, quindi studiato nei passaggi, non sono cifre così strane.
Stiamo parlando un sito e-commerce di primissimo livello che aiuta a vendere perché mette il cliente nella condizione ideale di vedere quello che compera, leggere nel dettaglio le caratteristiche, vedere foto veritiere e fatte ad hoc, non di un sistema customizzato in pochi step e con 3 righe di testo per spiegare una borsa che magari costa 300 euro.
Quando parliamo di costi di un sito, qualsiasi esso sia, dobbiamo sempre chiederci se abbiamo chiaro quello che vogliamo e se abbiamo chiaro cosa serve per arrivare a raggiungere quegli obiettivi. Altro passaggio da chiarire è il costo di chi fa il sito. Un professionista che cura la nostra immagine, un professionista che scrive i nostri contenuti in modo professionale, un professionista che cura la grafica e la ottimizza per agevolare la visione dei nostri prodotti, hanno un costo accumulato in anni di studi e di esperienza che non può limitarsi alle 20 euro all'ora. Parliamo di costi di professionisti che variano dai 50 ai 90 euro all'ora perché sono in grado di fare la differenza. Ecco perché quando parliamo di un sito e-commerce professionale parliamo di costi che superano con tranquillità i 4000 euro.

La gestione dei dati di un'e-commerce

Ecco un altro parametro che influenza i costi dell'ecommerce. Una gestione dei dati che caratterizzano il nostro andamento ci permette di capire quali sono i prodotti piu venduti e quali sono le promozioni migliori. Molte volte si pensa a creare un profilo per l'utente che acquista, lo si obbliga a fare un'iscrizione inserendo dati inutili o che non andiamo poi ad analizzare senza preoccuparci di avere uno storico che sia filtrabile per data, prodotto, cliente, periodo. Insomma un'analisi dei dati che permetta di capire i momenti migliori per promuovere o per inserire nuovi prodotti, per capire su che prodotti investire di più o capire quali sono quelli da non proporre.
Quando parliamo di quanto costa vendere on line, dobbiamo analizzare un insieme di fattori che condizionano la stabilità del sito e ne fanno uno strumento ideale di lavoro.

Questa pagina è stata inserita nel sistema il: 22/10/2012 11:06:42
L'ultimo aggiornamento: 02/04/2017 23:22:44
Condividi nelle tue pagine Social


Start up tecnico online in 48 ore

In evidenza

Cosa significa grafica responsive
leggi..
28/04/2014
Tecnica, realizzazione, grafica... quanto costano?
leggi..
30/08/2016
Con amdweb serve qualche ora per la parte tecnica, gli aspetti strategici invece...
leggi..
21/02/2017
Di certo la grafica ha la sua importanza, ma attenzione alla velocità e alla sostanza del messaggio comunicativo...
leggi..
08/11/2017
Cosa fare per realizzare un e-commerce che vende?
leggi..
28/11/2017
amdweb usa e consiglia
yost technology
Yost.tecnology

la piattaforma più evoluta di sempre, per creare e gestire siti internet
yost.technology