In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Benvenuto login

Cos'è il CMS

"CMS, ovvero content management system, tradotto in acronimo CMS, in italiano Sistema di Gestione dei Contenuti. Sono dei software che utilizzano un web server agganciato ad un database che agevolano la stesura ed il controllo di contenuti". Detto in altri termini più semplici il cms è un sistema che permette di gestire il sito in modo semplice, creando nuove pagine, gestendo i menù e tutto quello che, alla fine, si vede on line.

Cos'è il cms?

Il cms è un sistema che permette di lavorare nel sito e renderlo il più possibile strumento di lavoro. Il cms può essere

  • open source dove tutto il codice sorgente è visibile e manipolabile da chiunque
  • proprietario dove il codice sorgente è dell'azienda che lo propone.

amdweb propone il servizio yost.technology, quindi servizio cms, proprietario e tecnicamente lavorato solo dallo staff interno all'azienda. Si parla di cms come servizio perché è proposto senza vincoli di permanenza e, soprattutto, come start up personalizzabile nel tempo.

Nella proposta amdweb si dividono, infatti

  • i soli costi tecnici
  • i costi per la realizzazione
  • i costi post messa in rete

per permettere al cliente che spende di capire meglio come spende, di essere il più possibile indipendente (per lo meno avere chiari gli strumenti necessari per esserlo) e di poter contare sempre, se serve, sull'esperienza dello staff. Quando ci si avvicina al mondo del web, quasi sempre i prezzi proposti sono d'insieme quasi a voler nascondere quello che si propone, per queste ragiorni amdweb vuole essere trasparente e spiegare con estrema chiarezza i costi ed i bisogni di un sito.

cms: evoluzione o involuzione nel web?

logo joomla

Lo sviluppo di questi software cms risale agli anni 90, ma solo negli ultimi anni hanno avuto un considerevole riscontro. Molte web agency per comodità hanno iniziato a proporli e, ovvio, da subito si sono apprezzati tutti i benefici.

Joomla, wordpress, drupal sono solo alcune delle più famose soluzioni gratuite che il mercato propone, caratterizzate proprio da un utilizzo gratuito del sistema (cms open source). Il prodotto finale, in base all'esperienza di chi lo manipola, può essere a tutti gli effetti "professionale".

Si al cms, ma non si banalizzi mai la realizzazione di un sito

Si entra nei soliti meandri delle più accanite discussioni sulla fattibilità o meno di crearsi un sito o di farlo fare da esperti, di certo il fine del lavoro delle comunità open source è quello di condividere tecnologie e informazioni fine che, purtroppo, molti hanno frainteso e hanno reso business a tutti gli effetti.

Per questo ci chiediamo se il cms è stato una evoluzione o una involuzione perché tante persone si sono messe a far siti a prezzi stracciati, per arrotondare, per dare "servizi" aggiuntivi per vari motivi ma si è semplicemente abbassato il livello qualitativo del lavoro e si sono pubblicati tanti siti vetrina palesemente inutili.

L'evoluzione tecnologica è stata una involuzione contettuale strategico comunicativa perché si crede che il cliente che cerca qualcosa non si attento e non legga (fa comodo farlo credere a chi paga per non fare testi o non fare discorsi seo). Ci sono e-commerce che chiedono il contatto per avere disponibilità del prodotto, prima di fare acquisti e questo la dice lunga sulla consulenza iniziale data all'azienda che, per ovvie ragioni, non può essere soddisfatta del web.

Molte soluzioni open source, non si dimentichi, sono soluzioni che necessitano di costante lavoro tecnico, quindi il concetto di fare un sito, pubblicarlo e considerare finito il lavoro è un effetto collaterale che non deve essere nemmeno analizzato, soprattutto, ripetiamo, se si sceglie una soluzione gratuita.

Il sito deve essere strumento di lavoro ed il cms deve essere ancor più strumento di lavoro!

Fattori positivi del cms

Ogni cms open source o proprietario, agevola notevolmente il lavoro della realizzazione del sito, sta al cliente capire e scegliere il prodotto più adatto alle proprie esigenze facendo una panoramica chiara e obiettiva sui vantaggi e svantaggi che ogni soluzione propone.

Il mondo open source è esposto a rischi maggiori perché ha tutte le logiche pubbliche. È pesante (quindi potenzialmente lento senza un servizio hosting dedicato che in genere non si propone in fase di start up perché costoso), richiede molti aggiornamenti e non c'è un referente diretto in caso di problematiche. Chi li propone, li usa ma non ha controllo tecnico di quello che consiglia di usare.

Un cms proprietario, in base al servizio che si propone, ha dei costi e dei vincoli legati proprio ad una serie di servizi che vengono offerti.

Cosa offre il servizio cms amdweb attraverso yost.technology?

amdweb propone un servizio, quindi un punto di partenza dove si cerca di togliere al cliente che lo usa, ogni onere tecnico e ogni preoccupazione, sia negli aggiornamenti che nella sicurezza. Normale che si tenda a dare enfasi ai vantaggi della nostra proposta ma, cercando di essere reali e obiettivi, siamo convinti che possa essere una soluzione ideale perché

  • è un servizio, quindi si ha sempre un referente che conosce il sistema, in caso di dubbio
  • si è lavorato per ottimizzare il tutto per i motori di ricerca: ottimizzazione seo del cms
  • c'è assistenza tecnica costante
  • controllo e analisi della sicurezza del sistema
  • è possibile lavorare in autonomia, con affiancamento o commissionando l'intero sito
  • è possibile qualsiasi sviluppo nel tempo
  • non vi sono vincoli
  • è un'idea amdweb

Costi del servizio cms yost.technology

yost.technology è il cms proprietario per fare siti che amdweb propone come servizio su vps dedicata (solo clienti amdweb usano il servizio vps amdweb, quindi controllo tecnico e controllo sulla sicurezza). Il costo del dominio è di 99 euro per un sito vetrina e 149 euro per un sito e-commerce. Certificati ssl a partire da 49 euro.

Un sito vetrina ha un costo annuale amministrativo di 299 euro, un sito e-commerce ha costi mensili che variano in base al numero di prodotti messi in vendita

  • 29 euro se si mettono in vendita fino a 30 prodotti;
  • 59 euro se si mettono in vendita fino a 150 prodotti;
  • 79 euro se si mettono in vendita fino a 300 prodotti;
  • 129 euro se si mettono in vendita fino a "N" prodotti.

Offrire un servizio tecnico con un cms proprietario ci permette di avere costi chiari nel tempo e fornire sempre assistenza tecnica senza costi aggiuntivi.

Attenzione agli aggiornamenti del CMS gratuito

Non è possibile con il servizio open source, avere un prospetto chiaro dei costi tecnici, perché lo sviluppo della piattaforma è sempre in continua evoluzione.

Joomla, ad esempio, nell'ultimo anno (parliamo del 2012) ha avuto una serie di sviluppi e di evoluzioni importanti; siamo passati attraverso 3 aggiornamenti sostanziali che spesso hanno creato problemi a siti complessi. Adesso le prospettive sono di una nuova evoluzione per la fine del 2013 (questa parte di testo è stata scritta nel 2012, ora siamo nel 2017 e l'evoluzione di joomla ci ha portato proprio a non usarlo più in nessuna circostanza per i troppi interventi richiesti).

Il web è sempre in movimento e anche questi sistemi, devono essere aggiornati e tenuti costantemente sotto controllo perché facilmente possono essere hackerati (manipolati da persone in modo malevolo, spesso solo per il gusto di farlo). Quindi quando sentiamo che adesso fare un sito è un gioco per ragazzi, ponderiamo bene l'espressione, perché non è proprio così, anzi serve spesso, proprio perché di fondo ha costi bassi, la mano esperta che sistema e aggiorna il tutto. 

 

cms la possibilità di gestire contenuti e testi in autonomia

cms come risorsa per me PMI

Possiamo ritenere davvero professionale una soluzione open source?

Può davvero sostituire un lavoro ad hoc fatto su misura per la nostra PMI?

Come per la maggior parte delle volte, ogni aspetto dovrebbe essere valutato in base alle singole esigenze, ma se il fine è solo quello di risparmiare dovremmo fermarci un attimo a valutare bene il risparmio a lungo termine e la resa.

Il sito deve diventare una risorsa, la risorsa non farlo spendendo il meno possibile. Se amazon e altri colossi investono, lo fanno perché hanno una resa proporzionale all'investimento e se l'investimento rende, oltre perché si ha un servizio eccellente è anche dovuto al fatto che troppe aziende investono male nel web.

La parte tecnica, che sia un cms gratuito, che sia un cms proprietario, che sia un lavoro su misura o che si utilizzi il nostro servizio yost.technology è un aspetto del sito, non il sito. Non si faccia l'errore di pensare al web semplicemente come la realizzazione di un sito, perché un sito è un mezzo di comunicazione e usare un cms per fare un sito dovrebbe essere solo un modo più facile e veloce per la sua gestione.

Se si fa un sito e-commerce, il cms è una benedizione perché con pochi click si possono cambiare prezzi, fare offerte, fare nuovi inserimenti ma, ripetiamo, la realizzazione deve essere un punto di partenza, la scelta tecnica conseguenza di un progetto che consideri costi, tempi, obiettivi e marketing aziendale per spostare l'attenzione su tutta una serie di strategie legate al post messa in rete.

Un sito e-commerce costa a partire da 4/5 mila euro al mese se si vuole considerare tutto il lavoro pubblicitario e di gestione, (e sottolineiamo a partire da) per questo la scelta tecnica non deve essere banalizzata. Se serve supporto o servono interventi strategici, si deve poter fare affidamento sull'azienda che segue il sito.

La qualità paga

Ci è capitato di sicuro la situazione in cui visitiamo il sito web di concorrenti e ci sarà capitato di certo di restare più tempo in alcuni lavori piuttosto che in altri, e "casualmente" rimaniamo nei lavori che ci fanno sentire subito a casa, sono essenziali, senza sfronzoli, senza cose superflue, con immagini particolarmente curate, dove si capisce insomma che il lavoro è stato fatto su misura e non un po' per farlo. Molti credono ancora che il cliente cerchi poco on line e preferisca passare in negozio, ma in realtà il cliente spesso va in negozio dopo aver fatto una bella panoramica nel web e, se trova soluzioni particolarmente accattivanti, come soluzione o come prezzo, partirà da quelle.

Ci è mai successo di ricevere una mail, ad esempio di un'offerta per un profumo, un orologio o un altro prodotto e proprio in quei giorni si stava pensando di comperare quel particolare prodotto? Arriva la mail, sembra illuminarci, e andiamo nel punto vendita più vicino a fare l'acquisto, se non direttamente on line.

Se ci sono aziende che investono nel web, sono impazzite o hanno il loro tornaconto?

Facciamo molta attenzione a questo aspetto, investono, non spendono, perché spendere è fare un lavoro sommario, senza senso, fai da te, con poche centinaia di euro, investire è gestire un progetto a medio lungo termine, dove costantemente si aggiorna e si coinvolge il cliente con mail o proposte commerciali.

Il sito web del sabato, fatto dall'amico, a prezzo amico, è chiaro che non può essere paragonato ad un progetto studiato nel dettaglio e fatto da un professionista o meglio da un team di professionisti e queste considerazioni esulano dal cms proprietario, dal cms open source o da un codice sorgente personalizzato.

Attenzione ai passaggi importanti per fare un sito

Consigliamo massima chiarezza su due macro aspetti il primo tecnico strategico, il secondo economico. Ne parleremo spesso, perché sono questioni molto delicate che influiscono sul lavoro finale. Consigliamo di affrontare sempre e con estrema consapevolezza, almeno concettuale, ogni passaggio per scegliere il meglio e investire nella presenza aziendale con cognizione di causa.

Aspetti tecnico strategici

aspetti tecnico realizzativi di un sito | amdweb.it
  • Progetto iniziale
  • Scelta tecnica
  • Realizzazione contenuti
  • Post messa in rete
Aspetti economici

aspetti economici di un sito | amdweb.it
  • Costi tecnici
  • Costi realizzativi
  • Costi pubblicitari

cms per le PMI

Spesso il problema principale per le PMI che intendono investire nel web è legato ad un budget sempre più limitato e si cerca così di trovare supporto per avvicinarsi al web con soluzioni apparentemente economiche come i cms open source che sono proposti abilmente con costi di start up irrisori.

Aziende "specializzate" li propongono come rimedi davvero innovativi per il supporto gratuito che gli sviluppatori forniscono e per il costo spesso contenuto che ha la realizzazione del progetto.

La scelta tecnica deve essere una scelta ponderata, capita, analizzata e razionale. Prima di tutto è importante capire cosa serve all'azienda, poi si analizza come pagare o piuttsto di non fare il lavoro.

amdweb propone da anni il concetto di work in progress, ma attezione che non funziona se il budget a disposizione del sito è di qualche centinaio di euro. work in progress significa spendere un po' alla volta per spendere meglio e con razionalità.

La scelta di usare un cms per le PMI deve essere appunto una scelta

Questa pagina è stata inserita nel sistema il: 09/08/2012 18:36:42
L'ultimo aggiornamento: 05/05/2017 07:45:02
Condividi nelle tue pagine Social


Start up tecnico online in 48 ore

In evidenza

Scopri il servizio amdweb per essere on line con la tua azienda...
leggi..
30/08/2012
Come può chi non conosce l'azienda, capire cosa offre senza una comunicazione adeguata?
leggi..
14/04/2018
Quante volte si arriva in un sito aziendale e non si capisce tutto quello che tratta l'azienda?...
leggi..
24/08/2018
amdweb usa e consiglia
yost technology
Yost.tecnology

la piattaforma più evoluta di sempre, per creare e gestire siti internet
yost.technology