ADV>

Ho un sito, come lo metto su Google?

La questione Google (come mettere un sito su Google) per un utente che ha un sito è sempre una questione spinosa perché, fatto il sito e aspettato un po' di tempo "tecnico" ci si aspettano nuovi clienti che, ovviamente, se non si è presenti su Google, faticheranno non poco ad arrivare.

Nella fase iniziale del lavoro non serve fare nulla, Google trova il sito (se si associano poi servizi di monitoraggio come analytics il passaggio di Google è anche tempestivo), quindi nessuna spesa per indicizzare il sito.

La presenza aziendale nel web, però, associata alla visibilità nei motori di ricerca, passa da una serie di analisi iniziali che proiettano il sito in una serie di risposte utili al cliente finale che ci trova cercando online proprio quelle tematiche che proponiamo.

Diventa fondamentale per capire come mettere un sito su Google, capire il meccanismo e gli attori interessati nel processo, quindi

  • L'azienda che si vuol far trovare
  • Google che fa da intermediario
  • Il cliente finale, che usa Google per fare ricerche e trovare risposte

Quindi schematizzando

  • Cliente Finale > Google (motori di ricerca) > Azienda
  • Azienda > Google (motori di ricerca) > Cliente finale

Google è l'intermediario per eccellenza, si nomina Google come motore di ricerca perché è il più usato nel mondo, il suo ruolo è quello di indicizzare, quindi catalogare ogni contenuto di ogni sito per proporlo al cliente che fa specifiche ricerche. L'azienda deve sapersi proporre con pagine esaustive, pagine scritte per essere la miglior risposta possibile, su una specifica domanda, il cliente è il giudizio finale, è colui che determina il successo o l'insuccesso di ogni sito!

Il ruolo della web agency nella visibilità?

Il ruolo della web agency nella visibilità è quello di saper coordinare azienda, motori di ricerca e cliente finale. Diciamo spesso che non si deve mai fare da soli, mai scrivere i testi da soli se si cerca visibilità perché per quanto banale possa essere scrivere un testo, scriverlo per il web è complicato (solo pochi siti possono essere nelle prime posizioni, quindi serve precisione, competenza, tecnica e sostanza).

Senza analisi, senza studio, senza capire cosa cerca nel nostro settore il cliente finale, avere accessi è praticamente impossibile.

Ecco perché ci si chiede ho un sito, come lo metto su Google? perché, dopo mesi e conti salati, non si vedono migliorie e non si trova giovamento dalla realizzazione. Si smette di "fidarsi" e si cercano informazioni anche se, purtroppo, fatto il sito in modo sbagliato, l'unica soluzione è quella di rifare.

Aspetti da vedere prima di fare un sito

Prima di spendere, prima di fare un sito dobbiamo avere chiaro che serve capire bene 2 macro aspetti, uno tecnico/strategico uno economico:

Aspetti tecnico strategici di un sito | amdweb.it

Aspetti tecnico strategici per realizzare un sito
  • Progetto iniziale (obiettivi, aspettative, fattibilità, tempi, progress)
  • Scelta tecnica (costi nel medio lungo termine, vantaggi e differenze)
  • Realizzazione contenuti (Progetto comunicativo, progetto redazionale e stesura testi)
  • Post messa in rete (tutti gli aspetti che fanno trovare/lavorare il sito)
Aspetti economici di un sito aziendale | amdweb.it

Aspetti economici: i costi di un sito
  • Costi tecnici (piattaforma, dominio, certificati ssl, personalizzazioni e assistenza)
  • Costi realizzativi (progetti, foto, inserimento contenuti e immagini)
  • Costi grafici (grafica desktop, mobile, immagine coordinata)
  • Costi pubblicitari (come far trovare il sito? ppc, social, seo, mail marketing?)

Se banalizziamo uno di questi passaggi, il lavoro finale, nel 99% dei casi, è insoddisfacente. Se vogliamo essere trovati dobbiamo capire, prima di iniziare, come si vuole essere trovati e si devono far fare contenuti adeguati ed utili al cliente finale.

I motori di ricerca sono intermediari ed è loro interesse soddisfare il cliente quindi trovare risposte, quindi per capire come mettere un sito su Google si deve partire dal chiedersi perché Google o altri servizi di ricerca, dovrebbero mettere il sito nelle prime posizioni.

Si sta parlando di strategie seo in un sito aziendale, quindi si deve procedere nell'analizzare come si vuole essere trovati e come un utente cerca nel web per proporsi in modo professionale. Diventa ovvia l'importanza della collaborazione diretta web agency azienda perché serve coordinare la comunicazione e serve presentare l'azienda nel migliore dei modi.

Cosa dovrebbe cercare un cliente per trovare il nostro sito?

Succede spesso che un cliente ci contatta e ci chiede proprio:" ho un sito, come lo metto su Google?"  e quando gli chiediamo perché non sente chi ha fatto il sito o gli chiediamo come è fatto il sito cala subito un velo di imbarazzo perché queste tematiche non sono mai state affrontate prima.

Si fa fare un sito e si da per scontato che sia presente nei motori di ricerca senza capire come e cosa deve cercare un cliente per trovarci.

L'imbarazzo fa capire che non si ha chiaro il meccanismo che porta un cliente a cercare qualcosa e perdere del prezioso tempo in un sito.

Abbiamo un sito e ci stiamo chiedendo come metterlo su Google? Cerchiamo proprio ho un sito, come lo metto su Google? e leggiamo con attenzione le risposte delle varie web agency che non parlano solo di siti ma danno una risposta precisa ad una richiesta precisa fatta attraverso Google, ho un sito, come lo metto su Google?

Se siamo interessati alla tematica, da clienti inesperti, cosa ci aspettiamo di leggere? Lo stesso meccanismo è quello che porta un cliente a cercare qualcosa e lo stesso meccanismo di risposta è quello che dobbiamo far trovare a chi ci cerca.

Se il nostro sito non spiega bene chi siamo e cosa facciamo e non è una riposta utile a nessuna domanda precisa, ecco spiegato il perché non c'è nei motori di ricerca e di conseguenza perché non ha visite e clienti.

Torniamo al nostro esempio: ho un sito, come lo metto su Google?

Speriamo di essere utili in questa pagina per far capire che per essere su Google e per trovare clienti dobbiamo essere esaustivi nelle "risposte". Non parliamo di fare da soli né scriviamo queste pagine per insegnare nulla ma piuttosto lo facciamo per far capire che senza analisi e senza uno studio un sito non ha senso di esistere.

Ogni imprenditore, ogni titolare, ogni responsabile marketing può fare le opportune considerazioni cercando di capire quanto serve fare e cercando di capire se quanto è stato fatto è utile all'azienda per essere su Google. Se i testi sono stati fatti internamente e copiati incollati nel sito, è ovvio che non si può essere nelle pagine di Google e speriamo che non ci sia ancora chi è soddisfatto se si trova con il proprio nome perché quello non è seo, ma solo una ovvia conseguenza perché ogni sito ha un nome univoco.

Quanto costa mettere un sito su Google?

I prezzi sono differenti in base a come vogliamo farci trovare, di per sé mettere un sito su Google è gratuito sempre se il sito è stato fatto con criterio SEO.

È interessante per Google avere nuovi siti con testi curati quindi è interesse di Google cercare continuamente nuove "soluzioni" per i suoi clienti; se siamo abili nel curare i testi la nostra visibilità è conseguenza del lavoro che abbiamo svolto. Chi dice di scrivere poco, chi dice che il cliente non legge, chi dice che i siti con troppo testo sono noiosi, sono improvvisati e non fanno certo gli interessi dell'azienda anzi, la danneggiano e, nel 99% dei casi, sono amici di amici che non si trovano su Google ma vorrebbero farsi pagare per lavorare sulla vostra azienda.

Se abbiamo speso tanto non significa che il sito è fatto bene, significa solo che non siamo stati attenti a come abbiamo speso e se non ci siamo interessati della parte tecnica usata o del tipo di lavoro seo che è stato fatto è normale che il sito non sia nelle prime pagine di Google.

Dalle nostre esperienze, ricordiamo ancora anche se rischiamo di essere ripetitivi, i costi di un sito devono essere visti come

  • Costi tecnici
  • Costi di realizzazione
  • Costi strategici/pubblicitari

I costi tecnici o di realizzazione variano da grafica e, appunto scelte tecniche, i costi strategici partono in genere da 3/4 mila euro sempre in base agli obiettivi che si hanno.

Una pagina ottimizzata seo costa in media 300 euro sempre in base alla qualità di materiale che viene fornito ma, come diciamo spesso, serve capire bene, prima di spendere, cosa si intende per testo ottimizzato seo.

La grafica può costare molto (nell'ambito seo e Google è poco rilevante, ma attenzione all'insieme), la parte tecnica dipende dalle scelte perché spesso ci si orienta sui sistemi gratuiti open source ma, sempre dalle nostre esperienze dirette, hanno costi spaventosi nel medio lungo termine.

Si diffidi di chi parla male degli altri, si valuti l'azienda e la coerenza che dimostra nelle sue pagine. Si trova spesso online chi sputa su soluzione gratuite e poi le usa e le consiglia.

 

Ultimo Aggiornamento:10/05/2022 12:26:00
Condividi nelle tue pagine Social

Scopri quanto è facile lavorare con yost.technology
1

Scelta del servizio
vetrina, e-commerce, blog
 
2

Scelta delle funzionalità
o sviluppo personalizzato
 
3

Operatività, strategie,
grafica e contenuti
 
4

Assistenza tecnica
sempre nel servizio
 
La piattaforma è attiva in 24/48 ore dall'attivazione/trasferimento del dominio

I nostri servizi

  • yost.technology è la nostra piattaforma tecnica, il servizio che proponiamo per fare siti aziendali, blog o siti e-commerce (Non è una piattaforma Open source)
  • lanewsletter.net è il servizio che proponiamo per creare newsletter aziendali
  • smtp dedicato il server per inviare newsletter

  • Servizio hosting solo per chi usa la nostra piattaforma e servizio mail server anche per clienti esterni alla piattaforma

Il nostro punto di partenza, il servizio Lite

Start up tecnico online in 48 ore

Ecco qualche esempio di struttura da 590 euro che con amdweb può essere operativa in 24/48 ore dall'attivazione del dominio (con materale fornito)

In evidenza

Inviare newsletter è una strategia di marketing avanzata che necessita di server dedicati e strumenti di invio...
leggi..
Lavorare nel sito un po' alla volta... concetto non facile da capire ma fondamentale per il successo.
leggi..
Quando si parla di su misura, sicuro sia tutto chiaro?
leggi..
perché molte aziende non usano la newsletter?
leggi..

Iscriviti alla nostra newsletter
Ho letto e accetto le condizioni sulla Privacy *
(*obbligatorio)
(riceverai una mail di conferma con un link da cliccare, se la mail non arriva, controlla nello spam)

yost.technology | 04451716445