In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Benvenuto login
ADV>

Strategie, realizzazione e pubblicità in un sito aziendale

Merita una premessa ogni considerazione che verrà fatta in questa pagina perché quando si parla di sito aziendale deve sempre esserci alla base un chiaro contesto lavorativo quindi nel fare considerazioni su Strategie, realizzazione e pubblicità in un sito aziendale si ricordi sempre che sono in primis nostri punti di vista, nostre interpretazioni del lavoro proposte in forma abbastanza generale ma, soprattutto, considerazioni generali che devono sempre essere contestualizzate.

Troppo spesso ci si trova ad analizzare siti realizzati che mancano di comunicazione e di logica realizzativa e questo porta a fare delle considerazioni generali su Strategie, realizzazione e pubblicità in un sito aziendale.

Il punto di partenza di un sito aziendale è sempre un progetto, mai dimenticarlo e quando non viene fatto ci si trova costretti a rifare ex novo il lavoro.

amdweb propone uno schema concettuale di lavoro proprio per far capire che la realizzazione di un sito è composta da diversi step e tutti sono di uguale importanza, step di lavoro che devono essere coordinati e coerenti se si cerca dal sito un concreto riscontro.

Aspetti tecnico strategici di un sito | amdweb.it

Aspetti tecnico strategici per realizzare un sito
  • Progetto iniziale (obiettivi, aspettative, fattibilità, tempi, progress)
  • Scelta tecnica (costi nel medio lungo termine, vantaggi e differenze)
  • Realizzazione contenuti (Progetto comunicativo, progetto redazionale e stesura testi)
  • Post messa in rete (tutti gli aspetti che fanno trovare/lavorare il sito)
aspetti economici di un sito | amdweb.it

Aspetti economici: i costi di un sito
  • Costi tecnici (piattaforma, dominio, certificati ssl, personalizzazioni e assistenza)
  • Costi realizzativi (progetti, foto, inserimento contenuti e immagini)
  • Costi grafici (grafica desktop, mobile, immagine coordinata)
  • Costi pubblicitari (come far trovare il sito? ppc, social, seo, mail marketing?)

Nulla di strano per chi ha esperienza ma un mondo oscuro per chi si avvicina quindi quando si parla di Strategie, realizzazione e pubblicità in un sito aziendale non si dimentichi mai che nulla deve essere lasciato al caso e tutto deve essere fatto per il cliente finale, che non conosce l'azienda o i prodotti che si presentano nel sito.

Quando si sceglie di fare da soli, quando si sceglie di leggere spunti qua e là senza personalizzarli, quando si prova pensando che è meglio provare che non fare, si rischia sempre di mettere on line un lavoro posticcio che non ha logica né riscontro, tanto meno se non si analizza/definisce bene

  • un punto di partenza
  • una logica di lavoro
  • uno schema redazionale realizzativo

Non è la grafica o la parte tecnica l'unico ingrediente che si deve analizzare in un sito ma sempre l'insieme quindi attenzione al dettaglio, alle varie scelte e soprattutto al medio lungo temine.

Perché si sceglie di fare un sito aziendale?

Mai dimenticare il punto di partenza che ha spinto l'azienda a realizzare un sito e investire dei capitali e, se ci si trova a leggere questa pagina dove si parla di strategie, realizzazione e pubblicità in un sito aziendale senza trovare logica, riscontro o risposte specifiche, si torni allo schema e, carta e penna, si ricominci l'analisi del sito esistente, perché significa che non c'è stato un punto di partenza chiaro.

  • Perché un'azienda investe per essere on line con un sito?
  • Perché un'azienda sceglie di fare un sito aziendale?
  • Cosa ci si aspetta da un sito aziendale?

Sono le prime considerazioni da fare quando si pensa di investire in un sito e parlare di strategie, realizzazione e pubblicità in un sito aziendale serve proprio per dare coerenza alle considerazioni iniziali.

Progetto iniziale significa proprio aver chiaro ogni obiettivo, aver chiaro ogni step di lavoro, aver chiaro che il sito è uno strumento di lavoro che non deve essere banalizzato e deve permettere all'azienda di farsi identificare nel mercato in maniera adeguata.

I costi, giusto fare qualche riferimento ai soldi per dare un punto di ancoraggio, sono conseguenza dello schema sopra proposto ma, per essere coerenti e scrivere qualche numero, non è possibile parlare di qualche migliaio di euro quando si parla di realizzare un sito, anzi: un sito vetrina ha costi che partono da 7/8 mila euro, un sito e-commerce almeno il doppio.

Un progetto seo, per fare un esempio, deve portare visibilità all'azienda e di conseguenza si deve basare su una serie di analisi che portano a fare chiarezza su vari modi che usano i clienti per cercare l'azienda nel web.

Un progetto seo implica

  • analizzare le esigenze aziendali
  • analizzare il mercato
  • analizzare la concorrenza
  • fare un primo prospetto economico che permetta di capire quanto serve all'azienda per avere riscontri
  • fare un progetto redazionale
  • scrivere i testi (quindi definire che tipo di testo si andrà a scrivere)
  • coordinare le varie strategie (landing page per il ppc, seo per farsi trovare, condivisioni varie nei social o pagine specifiche per il mail marketing o per altri canali)

Normale si parli di diverse migliaia di euro e normale che chi li spende debba avere chiarezza operativa. Se si hanno offerte economiche basse, si faccia attenzione e si pretenda di capire bene cosa viene proposto.

Un prospetto di lavoro seo parte da un progetto redazionale e da un lavoro di ricerca per capire come far trovare l'azienda e come si vuole farla trovare per evitare traffico "inutile". Evitare il più possibile le stesure testi casalinghe perché ottimizzare una pagina in chiave seo non è per nulla banale.

Come scegliere un partner adeguato che segua la realizzazione del sito aziendale

Quando si ha un sito, si è fatto un sito e non si è pensato al progetto comunicativo diventa complicato analizzare quanto fatto e quanto rimane da fare quindi

  • prima di spendere
  • prima di scegliere
  • prima di iniziare il lavoro

è meglio investire un po' di tempo per capire bene il significato di sito aziendale, strategie, realizzazione e pubblicità.

Davvero si crede che fare un sito aziendale con soluzioni gratuite, con qualche pagina scritta nel tempo perso o da qualche segretaria isterica per il troppo e variegato lavoro possa essere la soluzione?

Davvero si crede che fare un sito aziendale significhi investire 2/3 mila euro e basta?

Davvero si crede che al massimo un cliente contatta, se davvero interessato?

Serve chiarezza operativa quando si investe in un sito aziendale e serve molta consapevolezza se si vuole realizzare un progetto importante nel medio lungo termine.

Scegliere un partner adeguato per realizzare un sito significa avere un chiaro confronto strategico per definire tempi e modi, costi e obiettivi. In primis una web agency deve seguire tutto il processo realizzativo e, non da meno, seguire la realizzazione, la comunicazione e tutto il lavoro post messa in rete.

Strategie, realizzazione e pubblicità in un sito aziendale devono essere sempre coordinate e sempre procedere di pari passo con la realizzazione.

Chi reallizza il sito deve occuparsi di Strategie e pubblicità quindi Strategie, realizzazione e pubblicità in un sito aziendale devono essere parte integrante del progetto iniziale. Sempre.

Pubblicitàà nel web

Ultimo aspetto da considerare, in ordine cronologico, è l'aspetto pubblicitario che si affronta analizzando prima di tutto obiettivi e strategie seo. Si torna al progetto iniziale dove si è decisa la direzione da prendere nella realizzazione del sito stesso.

Pay per click, social, newsletter, programmi di fidelizzazione, programmi fedeltà, seo, controllo generale sono strategie pubblicitarie da prendere in considerazione quando si vuole realizzare un sito. È importante coordinare il lavoro perché hanno costi importanti che se non contabilizzati per tempo rischiano di compromettere l'investimento.

Il ppc h un costo medio di 1500 euro al mese (attenzione che ogni settore ha le proprie prerogative); parlare di seo significa parlare di un costante lavoro di ricerca e stesura testi che aiutano il sito ad essere una risposta rispetto a quanto cercato dal cliente; fidelizzare un cliente è spesso un gioco di servizi aggiuntivi che trovano nel sito un partner perfetto, vedi schede tecniche, vedi consigli, vedi informazioni eslusive in aree specifiche a cui si ha accesso solo dopo aver fatto degli aquisti o degli abbonamenti... sono tante le opportunità che il web mette a disposizione.

Ribadiamo che il sito non è solo grafica o parte tecnica ma un insieme coordinato di tutto lo schema proposto e spendere poco non è mai la soluzione migliore, (amdweb sposa piuttosto il concetto di work in progress).

Questa pagina è stata inserita nel sistema il: 14/02/2019 07:39:17
L'ultimo aggiornamento: 14/02/2019 11:35:13
Condividi nelle tue pagine Social


Start up tecnico online in 48 ore

In evidenza

Meglio capire prima di spendere male perché la seo è l'unico valore aggiunto che un sito possa avere, soprattutto se si parla di sito aziendale...
leggi..
04/07/2019
amdweb usa e consiglia
yost technology
Yost.tecnology

la piattaforma più evoluta di sempre, per creare e gestire siti internet
yost.technology