In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Benvenuto login
ADV>

Comunicare nel web

Forse per chi inizia a pensare di avere un sito non è facile entrare in questa ottica, ma avere un sito è comunicare nel web

.Cambiando il pulpito, cambia la posizione del comunicatore, perché quando si ha un sito si dovrebbe iniziare da un messaggio chiaro e preciso con un fine chiaro e preciso che si rivolge ad un target chiaro e preciso.
Partiamo da una distinzione fondamentale tra parlare e comunicare perché spesso questo aspetto è confuso e si rischia di mescolarlo mentre ci si confronta con il cliente.

Il parlare è un qualcosa di generico che non sempre ha fondamento, possono essere opinioni, possono essere idee personali, ma dobbiamo fare molta attenzione alla differenza del comunicare, specialmente se intendiamo associare il progetto web ad un contesto lavorativo, aziendale.

Il comunicare, invece, apre uno scenario più profondo, il termine stesso può essere contestualizzato in diverse situazioni e può essere anche inserito in una serie di elementi che caratterizzano il marketing. Ci sono parecchie sfumature del termine e ci sono molti modi di intendere il termine. A volte il comunicare è accendere una scintilla che dà inizio ad una serie di eventi a catena che spingono clienti e simpatizzanti a proseguire il discorso nella loro testa. Il comunicare è far pensare, il comunicare è visto in ambito economico, in ambito psicologico, in ambito commerciale. Resta di fatto che i due termini hanno significati molto differenti ed il comunicare che qui intendiamo è un qualcosa che deve essere più profondo e più preciso del semplice parlare.

Quando parliamo di professione, quando parliamo di lavoro, quando parliamo di fini commerciali, dovremmo comunicare un qualcosa, dovremmo dare un messaggio di un contesto chiaro e preciso che indirizza il cliente nella direzione che intendiamo promuovere. Qui non si deve parlare, ma comunicare, dare indicazioni, "dare una dritta", essere tecnici e precisi. Non dobbiamo mai dimenticare che il concetto di comunicare richiede due entità, chi comunica e chi ascolta. Quando pensiamo di avere un sito, quindi, è importante che partiamo dal presupposto che per comunicare nel web è importante avere chi ci "ascolta" (=chi ci legge) da una parte e avere un messaggio da mandare. Quindi un duplice lavoro:

  • comunicare qualcosa 
  • comunicare in modo adeguato per il web.

Non abbiamo un confronto e non abbiamo di conseguenza un feedback diretto che ci possa indirizzare nello scambio. Qui il concetto è molto diverso perché noi "parliamo" senza sapere chi ascolta quindi il ponderare le parole diventa fondamentale per essere equilibrati, precisi, semplici, tecnici e informali.
 

comunicare-nel-web.PNG

Comunicare nel web non è facile

Con queste premesse capiamo subito che comunicare nel web non è facile , anzi, è davvero complicato perché non avendo un feedback diretto non sappiamo mai quanto chi legge apprezzi o si annoi, capisca facilmente o trovi complicato quanto scritto. Diventa estremamente importante, quindi, essere chiari e comprensibili, leggeri ma precisi perché il nostro interlocutore potrebbe essere un esperto o un appassionato che vuole imparare ed il punto di partenza è abissale. La cosa, poi, che rende ancor più complicato il lavoro, è che non esiste una regola, non c'è un modo sicuro di avere una conferma di aver fatto bene. Solo il tempo, e l'analisi dei dati potranno darci conferma di come stiamo lavorando. Viene naturale chiedersi come poter evitare, per quanto possibile, un approccio sbagliato. Il consiglio che ci sentiamo di dare in questo ambito è quello di curare in prima persona quello che si pubblica, non basta commissionare a degli esperti seo il contenuto, è importante filtrarlo sempre con il nostro occhio esperto del settore e cercare poi di leggerlo come se fosse la prima volta che lo vediamo. Solo il confronto aiuta a migliorare o a trovare potenziali lacune. Il sito web non è mai finito, serve sempre inserire nuove cose e serve sempre restare aggiornati con le tendenze del momento.

Comunicare e pubblicizzare

Comunicare è pubblicizzare! e pensiamo bene al messaggio da mandare, lo spunto riflessivo innesca dei meccanismi strani nel cliente/visitatore che elabora e rivive il messaggio nella sua testa. Ecco un ottimo binomio, quindi, comunicare e pubblicizzare perché un buon messaggio è uno spunto interessante per chi lo riceve. È una scintilla che accende idee e possibilità. il comunicare è un sottile mezzo di advertising, perché una buona presentazione, un buon quadro della situazione permette a chi legge spunti e riflessioni che, se interessanti, possono dare inizio ad un lavoro di passaparola che potrebbe avere ripercussioni virali. (viral marketing qui)

 

Questa pagina è stata inserita nel sistema il: 31/10/2012 22:08:04
L'ultimo aggiornamento: 25/05/2015 23:00:28
Condividi nelle tue pagine Social


Start up tecnico online in 48 ore

In evidenza

strategie, realizzazione e pubblicità in un sito aziendale
leggi..
14/02/2019
amdweb usa e consiglia
yost technology
Yost.tecnology

la piattaforma più evoluta di sempre, per creare e gestire siti internet
yost.technology