Perché un cliente dovrebbe iscriversi alla newsletter?
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.

Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca su Informazioni

Cliccando su “Ok, ho capito” acconsenti all’uso dei cookie [OK, ho capito]

Benvenuto login

Perché un cliente dovrebbe iscriversi alla newsletter?

Siamo in ambito strategico, siamo nell'ambito del web marketing e, più precisamente, nell'email marketing e capire Perché un cliente dovrebbe iscriversi alla newsletter? è un aspetto molto importante se vogliamo avere una presenza professionale e curata nel web.

Siamo invasi ogni giorno da mail "scellerate", mail che spesso riceviamo anche senza aver mai dato nessun consenso a chi le manda, mail che arrivano da diversi destinatari che tentano di proporci qualche affare vantaggioso per cui proporre ad un imprenditore, per il suo business, un sistema di invio mail potrebbe sembrare fuori luogo ma, attenzione, se abbiamo un sito e stiamo investendo nella nostra attività non dobbiamo e non possiamo scartare l'investimento sul servizio newsletter.

Non parliamo di invio senza autorizzazione, non parliamo di acquistare a casaccio orde di nominativi per tentare alla rinfusa di rincorrere un fatturato che non arriverà mai, ma parliamo di un lavoro di progettazione e di comunicazione che ci permette, nel tempo, di fidelizzare al meglio i nostri clienti e di avvicinarne altri consapevoli di chi siamo e del motivo per cui li contattiamo.

Arriviamo subito al punto, arriviamo subito a dare una prima analisi alla fatidica domanda:

Perché un cliente dovrebbe iscriversi alla newsletter?

Un cliente si iscrive alla newsletter "semplicemente" perché ha convenienza, perché se si iscrive ha uno sconto immediato o una spedizione gratuita, un cliente si iscrive perché interessato al nostro settore/prodotti, perché sa di ricevere in anteprima informazioni utili, sconti esclusivi, promozioni magari limitate su prodotti di punta.

Perché un cliente dovrebbe iscriversi e rimanere iscritto alla newsletter?

Un cliente potrebbe iscriversi per uno sconto momentaneo, o perché è venuto a sapere di un'offerta esclusiva agli iscritti, non importa il vero motivo, ma dobbiamo saperlo conquistare nel tempo con comunicazioni interessanti. Perché dovrebbe rimanere iscritto una volta consumato il coupon sconto o dopo aver sfruttato l'offerta? perché ha davanti un'azienda che usa al meglio lo strumento comunicando e non abusando del servizio. Abbiamo pochi invii per dimostrare le nostre intenzioni, un paio di mail sbagliate e il nostro lavoro è perso, perché il cliente si cancella.

Se iniziamo a spedire mail senza senso, con palesi offerte "sconvenienti" con sconti che si trovano ovunque o con offerte che con pochi click troviamo ovunque, è normale che il cliente ci abbandoni e si cancelli dal servizio, come del resto faremmo noi ogni volta che un'azienda abusa o usa senza criterio il nostro indirizzo mail.

Perché investire sul servizio newsletter?

La newsletter è un potente mezzo di comunicazione perché ci permette di arrivare al cliente in pochissimi secondi e ci permette di arrivare diritti all'interessato visto che in genere le mail sono personali. Se prima era la carta stampata, una lettera o una comunicazione a fare questo servizio, adesso la mail permette da una parte di abbattere costi di spedizione e tempi di spedizione e, dall'altra, permette al'interessato di leggere quando ha tempo e voglia, visto che il telefono o il pad sono oramai sempre a portata di mano.

La telefonata, massima espressione del marketing diretto fino a qualche mese fa, è superata perché disturba ed è molto complicato trovare disponibile un cliente quando gli si telefona; la mail arriva e aspetta.

Se un cliente è interessato legge le nostre comunicazioni e ci fa un feedback in base a come abbiamo impostato il controllo e la monitorizzazione dell'invio. Sapere che la nostra offerta è stata letta da tot persone e che ha avuto un riscontro economico da una determinata percentuale di utenti ci permette di sfruttare al meglio la tecnologia ed il lavoro che stiamo facendo nel web.

Da non sottovalutare, poi, un altro aspetto: una mail è un modo elegante di ricordare al cliente che ci siamo e che siamo a sua disposizione quindi l'invio ha un duplice incarico

  • mandare un'offerta precisa
  • ricordare i nostri servizi

Non è raro trovare situazioni in cui le offerte non hanno una grande resa ma ad ogni invio l'azienda alza il fatturato. La parola d'ordine resta comunque creare interesse, mandare mail sensate, fare offerte vere se ci stiamo chiedendo o se stiamo approfondimento perché un cliente dovrebbe iscriversi alla newsletter?

Lanewsletter.net

Il servizio amdweb si chiama lanewsletter.net uno strumento che permette di inviare a tutti i nostri contatti una mail professionale in pochi passaggi. Costi chiari per il servizio:

Il nostro sistema di invio smtp dedicato viene proposto con

Ricariche giornaliere

  • 200 mail a 159 euro, ip condiviso;
  • 1000 mail a 345 euro, ip condiviso;
  • 5000 mail a 895 euro, 1 ip dedicato;
  • 10000 mail a 1345 euro, 2 ip dedicati;
  • 15000 mail a 1845 euro, 2 ip dedicati.

Ricariche settimanali

  • 5000 mail a 445 euro, 1 ip dedicato;
  • 10000 mail a 695 euro, 1 ip dedicati;
  • 15000 mail a 895 euro, 2 ip dedicati;
  • 30000 mail a 995 euro, 2 ip dedicati.

Ricariche mensili

  • 15000 mail a 545 euro, 2 ip dedicati;
  • 30000 mail a 695 euro, 2 ip dedicati.

I costi sono annuali, prima di procedere con l'attivazione si valuta la miglior soluzione in base alle esigenze dell'azienda. Possono essere aggiunti ulteriori IP dedicati (costo ad ip 60 euro/anno).

I costi di attivazione sono compresi nel prezzo mentre per l'importazione dei database il costo è a consuntivo (è possibile fare l'importazione in autonomia).

Contestualmente all'attivazione del servizio è possibile richiedere l'editor avanzato scontato del 50% (49,50 anziché 99,00 costo una tantum).

Il sistema permette di creare in autonomia una mail, di controllare chi e quando la riceve e controlla che il cliente che si cancella non possa essere importato senza consenso nel sistema. Se si comperano database il sistema controlla se un nominativo è presente o si è cancellato.
No spam, prima regola del mail marketing

No spam è comunque la prima regola dell'email marketing, concetto che dobbiamo saper rispettare e valorizzare nelle nostre strategie. Per questo motivo l'opzione black list si attiva sul servizio di base de lanewsletter.net per evitare di importare clienti che hanno espressamente scelto di non far più parte del gruppo. Solo il cliente che si è cancellato può iscriversi ancora al servizio, facendo richiesta al sistema e confermando la mail di iscrizione.

 

 

Questa pagina è stata inserita nel sistema il: 09/10/2016 17:17:53
L'ultimo aggiornamento: 13/05/2020 14:56:17
Condividi nelle tue pagine Social


Start up tecnico online in 48 ore

In evidenza

Quando la piattaforma è gratuita, si paga la competenza della web agency ma attenzione...
leggi..
26/03/2013
Non c'è solo burocrazia, attenzione alla realizzazione, alle strategie, al cliente finale....
leggi..
15/06/2020
Vuoi un servizio mail professionale, controllato e sempre performante? Contattaci per un preventivo personalizzato...
leggi..
05/07/2020
amdweb usa e consiglia
yost technology
Yost.tecnology

la piattaforma più evoluta di sempre, per creare e gestire siti internet
yost.technology