In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Benvenuto login

Consulenze mail marketing nel web 2.2

Le consulenze nel mail marketing, anche se è più opportuno parlare di consulenze di mail marketing, perché il campo è vasto, sono sempre più necessarie alle aziende per dar loro la possibilità di collocarsi nel mercato in modo semplice, chiaro ed univoco. Non è pensabile una strategia marketing che non comprenda una consulenza mail marketing, è pazzo, secondo noi, chi si avvicina la mercato o cerca un supporto nell' adv, senza un minimo investimento nella comunicazione via sms o via mail. C'è bisogno di avere consulenze di mail marketing perché lo strumento è delicato e deve essere usato con parsimonia e con criterio... vediamo alcuni spunti spesso maltrattati.

Mail marketing

L' e-mail marketing è un mezzo di comunicazione diretto che utilizza le mail come strumento, è una forma di marketing diretto. Perché si usa questo sistema? L' e-mail è considerata un nuovo mezzo di comunicazione che, negli ultimi anni, sta sempre più sostituendo la carta stampata perché:

  • Sempre più persone hanno un indirizzo mail
  • È pratica
  • Veloce, quasi istantanea (azzera il rapporto spazio-tempo)
  • Ha costi ridotti
  • È rintracciabile (la mail certificata sostituisce a tutti gli effetti la raccomandata con ricevuta di ritorno).

Ecco quindi il facile accostamento ad un nuovo mezzo pubblicitario, di cui possiamo trovare diversi utilizzi

Come usare le mail?

  • Mail diretta, con cui si manda un volantino virtuale, una promozione o un'offerta, semplicemente con la mail
  • Mail continuativa, con cui a scadenza regolare si inviano delle notizie, delle curiosità, una sorta di appuntamento periodico in cui generalmente ritroviamo tre finalità:
  • 1. Fidelizzare il cliente
  • 2. Portare il cliente all'acquisto di qualcosa
  • 3. Dare informazioni

Alcuni dati statistici parlano di rese incredibili di questo mezzo, addirittura ROI doppi rispetto ad altre forme, tanto da vedere uno sviluppo esponenziale, negli ultimi anni.

Le mail come risorsa

Contatto diretto e istantaneo
Programmi acquisti e vendite
Promuovi i prodotti
Tieni vivi i rapporti
Bassi costi
Controllo degli invii
Pochi click e raggiungi tutti i tuoi clienti

Come usare il Mail Marketing

L'utilizzo classico del mail marketing è costituito, generalmente, da alcuni step semplici e chiari

  • studiare cosa si vuole raggiungere
  • studiare il come
  • utilizzare uno strumento idoneo all'invio in grado di monitorare la campagna mail
  • trovare gli indirizzi
  • studiare e scrivere un messaggio promozionale
  • studiare i risultati di invio e risposta.

I nostri studi e le nostre esperienze ci hanno portato, però, a fare alcune sostanziali modifiche a questi step abbastanza classici nella letteratura del web ed in particolare nel web marketing e, più precisamente, nell'utilizzo del mail marketing. Gli ultimi anni, infatti, sono stati caratterizzati da uno sviluppo smisurato del web e in particolare l'utilizzo di mail e comunicazione virtuale; pensiamo, infatti, ai social network, che permettono a chiunque di esprimersi e condividere contenuti di qualsiasi sorta. Hot mail è stato un esempio estremo di viral marketing, ossia una forma pubblicitaria che si espande come un virus; offre uno spazio, un indirizzo mail con un piccolo slogan obbligatorio da inviare ad ogni mail, così accattivante che in poco tempo è diventato uno degli indirizzi più gettonati e tutto ... gratuitamente! Ecco che molti altri, ricordiamo Libero, Virgilio, Yahoo, Interfree etc, hanno pensato di fornire gli stessi servizi, poiché la richiesta aumentava a dismisura.

Dov'è il business in tutto questo?

Perché le aziende danno un indirizzo mail gratis?

Per vendere i nostri indirizzi a molte aziende guadagnando sulle mail che riceviamo!

Detto fatto! ogni indirizzo è un potenziale cliente, ogni indirizzo è venduto centinaia o migliaia di volte ad aziende che cercano database per il loro mail marketing. Uno dei cavilli, per usufruire del prodotto gratuitamente, infatti, è la ricezione di "qualche" messaggio pubblicitario (qualche è ovviamente ironico!). Ecco spiegato, quindi, anche questo  improvviso boom di aziende, che acquistano, vendono e rivendono dati, ... indirizzi mail utilizzati in modo un po' discutibile per applicare questa novità del mercato del marketing, il web o meglio ancora il mail marketing.
Per qualche anno, anche se esistono ancora, aziende si sono ingrassate acquisendo indirizzi aziendali e non per poi rivenderli a cifre impegnative (non tanto come valore assoluto, ma per la resa che hanno). Ora con queste premesse c'è un triplice aspetto da  analizzare:
1- una mole considerevole di persone insoddisfatte della ricezione continua di  mail pubblicitarie e conseguente sviluppo dell'effetto spam, ossia una mail non voluta.

2- una mole considerevole di persone insoddisfatte per campagne mail non sempre così redditizie , specialmente su invii non massivi (5-10mila).

3- le aziende che propongono database, a loro dire targhetizzati ad hoc, perché raggruppati in base agli interessi espressi in fase di registrazione dell'indirizzo, per cui teoricamente entusiasti di ricevere informazioni specifiche dell'argomento indicato come di interesse. A nostro modo di vedere le cose, analizzando "sul campo" le difficoltà del momento (la crisi generale mondiale) questo scenario deve essere un po' interpretato, gli step da manuale rivisti e adattati alla realtà attuale; viviamo in un contesto molto frenetico, confusionario, con poche certezze, è ottimo avere un indirizzo mail gratuitamente, ma non è certo positivo dover cancellare 30-40 mail ogni giorno per pubblicità non richieste, senza pensare al caso in cui, per svariati motivi, non controlliamo la posta per più giorni.

Ecco quindi spiegato perché una  Campagna di mail marketing, anche se strutturata correttamente, con proposte interessanti ed accattivanti, non sempre ha il giusto successo! (Questo aspetto in particolare nel nostro territorio dove il concetto di privacy e di rispetto della privacy sono abbastanza carnevaleschi). Pensiamo ad un matrimonio, pranzo come al solito esageratissimo, buffet abbondante, due primi, due secondi, verdure a volontà, vini vari e dolci a non finire. Dopo una giornata così ... ci interessa andare in un ottimo ristorantino dove offrono il dessert? ...crediamo proprio di no! 

Una campagna vincente deve arrivare solo ed esclusivamente ad un pubblico interessato, affamato, che vuole essere informato o che vuole usufruire degli sconti o delle informazioni proposte. Certo, chi propone database parla di clienti correttamente clasterizzati per interesse, ma poi i fatti parlano di indirizzi inesistenti o non più attivi, quindi di 10000 invii con il 2/3% di click ... dati un po' "poveri" per una campagna di mail marketing di successo! Questo, ovviamente si spiega, poiché molti utenti, stanchi di mail pubblicitarie, cambiano indirizzo cercando con altri operatori o nel sistema a pagamento un maggior rispetto della loro privacy.

Dov'è l'innovazione allora?

Come possiamo rendere vincente questo sistema? Paradossale, ma crediamo che l'evoluzione sia un  po' di involuzione, strano a dirsi in un contesto dove, quotidianamente, cerchiamo sviluppo e tecnologia, ma di fondo non dobbiamo dimenticare che alla base di tutto rimane la persona, l'essere umano con tutti i suoi bisogni fisici e i suoi sentimenti.

In un contesto di mercato, che negli ultimi anni, ha cercato solo sviluppo, nuovi clienti, nuovi orizzonti, senza considerare mai il fattore umano, l'innovazione è fare questa associazione: mercato-persona! Evoluzione perché ci si è dimenticati del buon senso, il rispetto, l'essere cordiali e disponibili verso colui che sta portando denaro nelle nostre tasche.

Fidelizzare è la parola corretta, creare un rapporto "anche" umano, e non ragionare pensando che " perso uno, presi cento".

Consulenza mail marketing

Se un cliente sa di poter trovare un clima cordiale, un contesto familiare

1- compera volentieri, anzi, qualche volta azzarda pure

2- parla bene del nostro lavoro con gli amici, anzi spesso è il primo a promuovere le nostre iniziative

3- legge le nostre mail, e anzi incentiva anche chi non le riceve ad iscriversi alla nostra newsletter

4- diventa un po' meno sensibile al prezzo, perché sa che da noi trova un ottimo equilibrio di cortesia, qualità e servizio, per cui è ben disposto a spendere qualcosa in più per questo.

QUESTO È L'UNICO SISTEMA CHE CONOSCIAMO, CHE FA FUNZIONARE VERAMENTE IL

MAIL MARKETING

sconsigliamo l'acquisto di banche dati e, consigliamo vivamente, di crearli, promuovendo l'iniziativa nell'azienda o in altre forme pubblicitarie: iscriviti e hai subito uno sconto di € 5,00, ad esempio, o un servizio in omaggio.

(Ecco perché sosteniamo che non possiamo fare i miracoli, anche avendo le migliori tecnologie, i migliori servizi, i migliori esperti, questi step sono da farsi con la collaborazione dell'azienda, lavorando costantemente per migliorare le relazioni con i clienti finali e non possono essere solo acquistati).

La risorsa di un database così costruito è senza dubbio una risorsa inestimabile; cento persone, che leggono interessate le nostre mail, sono cento potenziali clienti, che possono espandersi esponenzialmente davanti a proposte accattivanti. Sapere, ad esempio, che un particolare prodotto interessa a cinquanta utenti, permette di - fare acquisti ponderati - fare acquisti su misura - avere maggior potere d'acquisto - decidere eventuali scorte o rischi. È intuitivo, poi, ogni potenziale accostamento all'utilizzo del mail marketing, possiamo creare partnership o ricavare pacchetti convenienti da proporre (ricevendo questa mail trovi in allegato un buono sconto da consumare presso... entro... con un ordine minimo di ... etc). di fondo c'è il lavoro iniziale da sviluppare, ma i frutti, poi, è fuori discussione che sono di tutto rispetto; del resto chi ha un'azienda da molti anni, sa quanti sforzi ha fatto per affermarsi (e lo sa ancor di più chi ha vissuto la giovinezza vedendo i genitori lavorare).

 Il commercio richiede costanza, impegno, tenaciama, negli ultimi anni, anche conoscenza, poiché le nuove regolamentazioni sono sempre più complesse e chi è ad amministrare un'attività non può sottovalutarle. Vien da sé che l'operazione più semplice è quella di scegliere per settore partner competenti, in grado di gestire al meglio queste esigenze.amdweb si propone come partner ideale per lo sviluppo aziendale dal commercio tradizionale a quello nel web, con strategie mirate di marketing e web marketing. Il web marketing di per sé è davvero innovativo e molto funzionale, ma come ogni cosa ha delle semplici regole da rispettare e, come spesso accade le “scorciatoie” non sono la soluzione, anzi, spesso impongono di ricominciare da zero!

Cura della strategia di mail marketing

È inutile dire che una strategia sbagliata è spesso complicata da modificare, l’esperienza maturata in questi anni ci impone, dunque, di essere molto selettivi e molto severi nello strutturare campagne pubblicitarie per il web, gli errori fatti, come il voler in qualche modo accontentare a tutti i costi un cliente convinto delle sue idee, alla fine hanno scontentato tutti, ma ci hanno insegnato ad essere fedeli alle regole, con un pizzico di genialità.

L'esperienza ci ha insegnato che serve la massima cura della strategia di mail marketing che vogliamo attuare.

Come nelle migliori pasticcerie ci sono ricette originali, ma precise, che portano a prodotti di sicuro successo, così il web marketing ha dei punti di partenza e dei binari da cui non si deve uscire. Viene spontanea, come conclusione finale di quanto fin ora detto, la motivazione che ci spinge a sconsigliare l’acquisto di data base esterni alla nostra clientela e ci induce, invece, ad insistere sulla “costruzione” di mail list personali, ricevendo la quale l’utente l’associa istantaneamente alla nostra persona/azienda, alla proposta commerciale che offriamo e al background che si è fatto di noi.

Il web deve essere interpretato come una parte dell’azienda che funziona come un insieme, associato ad altre forme pubblicitarie o strategie di marketing, che puntano alla fidelizzazione e  alla cura del nostro cliente.

Solo un lavoro mirato verso la fidelizzazione del cliente finale ha permesso ai grandi commercianti del passato di poter lasciare in eredità fiorenti aziende, il vedere il cliente come una risorsa, il far del vendere una vera e propria arte, un mestiere imparato e non un capriccio come spesso è adesso. Nei decenni scorsi si acquistava con attenzione, associando la fiducia alla convenienza, la professionalità alla qualità e di certo per una nuova attività non era facile imporsi, poiché per  prendere clienti ad altri bisognava prima acquistarsi la fiducia dell’acquirente. Ora i tempi sono diversi, ma  punto focale del marketing resta comunque la persona, il cliente, che va posto al centro di ogni attività con le sue svariate esigenze.

Questa pagina è stata inserita nel sistema il: 03/08/2012 11:18:55
L'ultimo aggiornamento: 11/03/2018 19:20:40
Condividi nelle tue pagine Social


Start up tecnico online in 48 ore

In evidenza

Scopri il servizio amdweb per essere on line con la tua azienda...
leggi..
30/08/2012
Come può chi non conosce l'azienda, capire cosa offre senza una comunicazione adeguata?
leggi..
14/04/2018
Quante volte si arriva in un sito aziendale e non si capisce tutto quello che tratta l'azienda?...
leggi..
24/08/2018
amdweb usa e consiglia
yost technology
Yost.tecnology

la piattaforma più evoluta di sempre, per creare e gestire siti internet
yost.technology