In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Benvenuto login

Quanto è importante il posizionamento di un sito?

Quando parliamo di avere un sito o di essere nel web, dobbiamo fare un riferimento concreto al posizionamento e sottolineare

quanto è importante il posizionamento di un sito,

soprattutto se il fine è avere un sito aziendale e farsi trovare da nuovi clienti.

Non c'è molta chiarezza da questo punto di vista, infatti, se lasciamo la scelta al cliente, snobba il discorso, anzi lo rifiuta pure, "non mi interessa lavorare su quello, facciamo un bel sito e basta così" sono le parole comuni, ma siamo dell'idea che il problema sia da considerare sotto un altro punto di vista, cioè la poca chiarezza che abbiamo del concetto di posizionamento.

Che senso ha un sito senza posizionamento?

Se non curiamo questo aspetto chi pensiamo possa venirci a trovare?

Una delle maggiori problematiche del web è la scarsa dimestichezza che ognuno di noi ha nel muoversi, e quando si fa un sito non conta cosa curiamo, basta costi poco. Poi una miriade di clienti sono insoddisfatti, non hanno risultati, ma da una prima analisi, non solo notiamo che non ci sono le minime basi del posizionamento, ma nemmeno c'è chiarezza sui prodotti che trattano.

Di chi è la colpa? C'è un colpevole per queste mancanze?

Quanto è importante il posizionamento di un sito?

Chi propone un lavoro nel web non è sempre a disposizione del cliente, e per "prendere" il lavoro si adatta ad un ancoraggio di spesa che il cliente fa capire di poter spendere. Purtroppo, ci sono dei passaggi di base che devono essere rispettati ed hanno un costo che spesso cozza con la disponibilità dell'insieme. Non c'è di fondo un colpevole, c'è una richiesta ed un'offerta congrua, ma un'idea sbagliata di sito web. Da una parte chi vende dovrebbe indirizzare ad un lavoro preciso e curato per l'azienda, dall'altra il cliente che dovrebbe informarsi meglio dei requisiti minimi che un sito web professionale dovrebbe avere.

Quando un cliente sottolinea di non volere il posizionamento, siamo sicuri sia consapevole della richista o poi usa la classica formula "me lo dovevi dire tu che era sbagliato"...?

Partiamo da un presupposto che spesso non è chiaro al cliente, la consulenza costa perché esige conoscenza ed approfondimento del settore. Chi ci da consulenza, specialmente se in primis è un venditore, cerca un profitto che non sempre c'è nonostante si investa del tempo per dare spiegazioni che non dovrebbero essere così approfondite; dal punto di vista del cliente, si crede che spendendo sia tutto dovuto e non ci si pone il problema di fare un buon confronto con chi abbiamo davanti, che poi in molte altre cose o facciamo, ma il web sembra immune da queste prassi; alla fine il sito rimane al cliente e se non è fatto bene la spesa diventa uno sperpero e non un investimento.

Serve posizionare un sito?

Vediamo questo aspetto sotto i due punti di vista: cliente/venditore.

Il venditore ragiona che in primis deve prendere il cliente e poi pian piano in fasi successive raddrizza il tiro dell'acquisto proponendo aggiustamenti o integrazioni, il cliente si "difende" cercando il mal minore economico, senza però voler valutare il progetto nell'insieme. Un punto d'incontro è complesso da gestire perché si dovrebbero analizzare per bene le situazioni di entrambi che non sempre sono nel piatto per essere valutate (ovvio che magari al primo appuntamento non tutti vogliono chiarire condizioni economiche delicate, sembra imbarazzante dire che non si ha una grande disponibilità economica, ma sappiamo bene, tutti, che in certi momenti le aziende sono in difficoltà anche per poche centinaia di euro).

In realtà quello che scriviamo è adatto ad ogni sfaccettatura del progetto, nel senso che si dovrebbe analizzare l'insieme, chiarire gli ingredienti del piatto e trovare una strada di sviluppo avendo chiari tutti i passaggi. Quando un cliente sottolinea più volte di non volere il posizionamento, per il venditore dovrebbe accendersi una lampadina d'allarme, perché è come comperare una macchina senza due ruote, c'è, si accende, va pure il climatizzatore, ma non cammina! Se da una parte serve la consulenza per spiegare quanto si sta vendendo, dall'altra serve la volontà di capire cosa si compera e insieme si valuta la miglior soluzione, si valuta un progress che permette un lavoro e uno sviluppo "fatto un po' alla volta" contenendo spese e costi, partendo dall'essenziale per trovarsi poi in pochi mesi con tutti gli optional che servono.

Quando il cliente rifiuta il posizionamento di un sito, non ha ben chiaro di cosa parla, perché non ha alcun senso fare un lavoro professionale senza puntare su  questo.

Quanto è importante il posizionamento di un sito?

È un argomento delicato e deve essere integrato nel sito, perché è quello che genera movimento, porta nuovi visitatori e nuovi clienti e non possiamo non volerlo nel nostro progetto.

 

Questa pagina è stata inserita nel sistema il: 24/09/2012 22:57:31
L'ultimo aggiornamento: 12/06/2018 12:50:19
Condividi nelle tue pagine Social


Start up tecnico online in 48 ore

In evidenza

Ottimizzazione siti aziendale per rendere il sito uno strumento di lavoro...
leggi..
28/09/2018
Perché il servizio amdweb con yost.technology è così innovativo?
leggi..
16/10/2018
gestione e servizi hosting
leggi..
09/12/2018
amdweb usa e consiglia
yost technology
Yost.tecnology

la piattaforma più evoluta di sempre, per creare e gestire siti internet
yost.technology