Perché un esperto web usa l'open source?

È una domanda a cui non riusciamo a dare una risposta, perché un esperto web, un esperto cioè di posizionamento, di seo, di grafica o di web marketing preferisce un sistema open source come Joomla o WordPress ad un codice fatto a mano? Sicuramente ci possono essere contesti in cui per vari motivi si preferiscono soluzioni gratuite anche se nel medio lungo termine si è visto che tra costi, manutenzione, imprevisti e limiti, non sono così convenienti (ma forse anche questo fa parte di una scelta iniziale dell'esperto).

Di certo scrivere il codice o  creare un servizio implica costi importanti e molta competenza.

Viene da dubitare sul concetto di "esperto" soprattutto quando ci si accorge che l'open source non è una scelta, ma l'unica opzione. Siamo veramente sicuri che il nostro interlocutore sia un esperto?

Abbiamo cercato di approfondire l'argomento e ci siamo resi conto che molti "esperti" hanno fatto corsi di qualche ora per imparare ad usare certe piattaforme e si propongono come "esperti" ma non hanno nessuna competenza né tecnica né strategica (non si offenda nessuno, sono opinioni personali).

Il nostro percorso come web agency

Prima di essere web agency siamo stati clienti e ci siamo trovati a lavorare con soluzioni su misura. Inutile dire che sono costose e spesso hanno tempi di sviluppo importanti. Quando sono arrivate le prime soluzioni gratuite sembravano manna dal cielo perché senza apparenti costi ci si poteva organizzare per vendere online, fare siti strutturati e ogni opzione, adattando le esigenze, poteva essere soddisfatta.

Nel tempo ci si accorge che queste soluzioni gratuite sono lente, molto lente e più aumenta il traffico più rallentano; servono costanti aggiornamenti, anche importanti e se si sono sviluppate parti personalizzate si rischia di doverle rivedere ad ogni aggiornamento (ulteriori costi).

Ci sono esigenze specifiche? Serve adattarle a quanto la piattaforma permette o serve investire parecchio. Nel medio lungo termine, 3 anni, si scopre che alla fine si spende come un sito personalizzato. Ecco perché ci si chiede perché un esperto web usa l'open source!

La nostra evoluzione ci ha imposto di essere un valore aggiunto per il cliente, non un costo nascosto e per questo noi usiamo nostri servizi, nostre piattaforme.

Su queste basi ecco alcune considerazioni, utili per capire il processo realizzativo di un sito internet e di conseguenza i costi per metterlo online.

Aspetti tecnico strategici di un sito | amdweb.it

Aspetti tecnico strategici per realizzare un sito
  • Progetto iniziale (obiettivi, aspettative, fattibilità, tempi, progress)
  • Scelta tecnica (costi nel medio lungo termine, vantaggi e differenze)
  • Realizzazione contenuti (Progetto comunicativo, progetto redazionale e stesura testi)
  • Post messa in rete (tutti gli aspetti che fanno trovare/lavorare il sito)
Aspetti economici di un sito aziendale | amdweb.it

Aspetti economici: i costi di un sito
  • Costi tecnici (piattaforma, dominio, certificati ssl, personalizzazioni e assistenza)
  • Costi realizzativi (progetti, foto, inserimento contenuti e immagini)
  • Costi grafici (grafica desktop, mobile, immagine coordinata)
  • Costi pubblicitari (come far trovare il sito? ppc, social, seo, mail marketing?)

Premettiamo che sono analisi personali che vogliamo rivolgere a strutture professionali, ma siamo un po' sconcertati da una serie di esperti online che parlano di "posizionamento" e di "essere professionali con un sito" quando ogni loro lavoro è fatto con una customizzazione di pacchetti pre-confezionati e lo si trova solo conoscendolo o con campagne a pagamento. Si giustificano prezzi esagerati per lavori molto discutibili, che non hanno sempre alla base del loro concepimento il bene dell'azienda vista in prospettiva.

Quando parliamo di web marketing parliamo di un intreccio di procedure che servono da una parte a rendere il sito semplice e veloce, dall'altro gradevole, dall'altro ancora facile da rilevare e da leggere per i motori di ricerca. Queste, come detto, sono considerazioni personali, ma come possiamo investire in un codice sorgente cifre importanti per non averne il controllo?

Cosa significa fare web marketing?

Un'analisi online cercando amdweb ha fatto emergere un fatto per noi sconcertante: molti siti con le nostre privacy policy copiate; molte web agency con i nostri testi copiati, senza nemmeno togliere i nostri riferimenti (si parla in prima persona di amdweb). Un contatto diretto ci ha fatto riflettere perché più di qualcuno ci ha fatto notare che non è un esperto di programmazione, ma solo "un esperto di web marketing".

Cosa significa allora fare web marketing se non si lavora con un certo controllo tecnico del mezzo? Come ci si può definire esperti di web marketing senza avere competenze tecniche? Non si parla di essere tuttologi, ma di essere on line con uno staff preparato che possa dare all'azienda soluzioni e assistenza, non solo idee concettuali. Come può un esperto seo lavorare su piattaforme che non conosce? Come fa a lavorare senza una piattaforma ottimizzata?

amdweb propone solo materiale tecnico prodotto dallo staff, amdweb scrive testi e cura le grafiche, amdweb ha una vps per il servizio hosting, dedicata e proposta solo ai propri clienti. se il sito ha problemi tecnici, amdweb interviene senza costi aggiuntivi; se un cliente vuole parlare di seo, amdweb ha personale che tratta la seo; se un cliente vuole fare ppc, amdweb ha personale che cura il ppc. Figure specifiche per specifiche esigenze.

Prima di spendere, meglio essere consapevoli di cosa si compera e di cosa si paga!

 

Perché un esperto web usa l'open source


Un sacco di bei discorsi,
un sacco di belle frasi per posizionare e per scrivere contenuti,
poi troviamo on line lavori fatti con i generatori di codici in una mattinata.

 

Queste soluzioni sono facilmente applicabili per start up di siti e-commerce, ma se li vediamo in prospettiva di investimento non sono il massimo della resa.
Il posizionamento è condizionato da molti fattori, tra cui anche il sistema e la sua velocità, per cui un vero esperto che per fare un sito comincia a parlare di 4000/6000 euro dovrebbe per lo meno iniziare da una base di progettazione consona al costo del progetto. Se un cliente investe in contenuti e posizionamento dovrebbe avere anche il supporto tecnico più adatto, ripetiamo ancora: è una nostra opinione e si dovrebbe avere un'idea d'insieme prima di procedere.

Ci fanno sorridere tutti questi esperti con decennale esperienza nel marketing e nella comunicazione, magari nemmeno laureati, che si prodigano e si propongono per farvi il sito che vi cambia la vita. Loro hanno i 10 punti magici che stravolgono il mondo, ma li troviamo solo con pubblicità a pagamento o condivisione di loro amici sui social, nessuna ricerca con i motori porta a loro e nessun lavoro che fanno è degno del nome.

Come può chi non è in grado di fare il suo sito web fare il nostro?

Non è nemmeno un attacco al lavoro open source, non ce ne voglia chi lo sviluppa e ci crede, ma vedere e-commerce online fatti con joomla o altri sistemi free, che costano 5/7 mila euro, non lo consideriamo etico. È pur vero che la legge non ammette ignoranza, ma il buon senso di un consulente dovrebbe impedire questo gioco meschino. Il fare un sito non è mettere online 4 pagine, ma fare un lavoro di interpretazione della nostra immagine quotidiana e trasferirla nel web.
Serve reale competenza in

  • programmazione
  • comunicazione
  • grafica
  • stesura testi

    e...

  • costanza... molta costanza

Non è tutto così facile come sembra e non è il gioco al ribasso che fa la differenza.

Scriviamo questo pensiero perché un po' dispiaciuti nel vedere come molte aziende, che si son fidate dell'amico esperto, sono nell'anonimato o hanno siti introvabili con le comuni ricerche, ma la cosa che ci rattrista di più è sapere che il favore è stato ben pagato. Non dobbiamo interpretare il web nel modo sbagliato perché il suo ritorno potrebbe essere catastrofico per la nostra attività.

Attenzione, non siamo contro il sistema open source, siamo contro un suo utilizzo inopportuno, anche uno chef usa prodotti congelati, importante non li venda per freschi!

 

Ultimo Aggiornamento:13/05/2022 19:30:09
Condividi nelle tue pagine Social
I nostri servizi

  • yost.technology è la nostra piattaforma tecnica, il servizio che proponiamo per fare siti aziendali, blog o siti e-commerce (Non è una piattaforma Open source)
  • lanewsletter.net è il servizio che proponiamo per inviare newsletter aziendali, con smtp dedicato sempre gestito dal nostro staff

  • Servizi Lite il punto di partenza, essenziale
  • Servizi Start up servizio Lite con opzioni di marketing
  • Servizi Advanced per distinguersi, con più opzioni di marketing
  • Servizi Advanced plus con tutte le funzionalità del servizio e sviluppi futuri (compresi o scontati in base al progetto)
  • Servizio Newsletter con smtp dedicato e servizio mail server. Il servizio hosting è solo per la nostra piattaforma

Il nostro punto di partenza, il servizio Lite

Start up tecnico online in 48 ore

Ecco qualche esempio di struttura da 590 euro che con amdweb può essere operativa in 24/48 ore dall'attivazione del dominio (con materale fornito)

In evidenza

Inviare newsletter è una strategia di marketing avanzata che necessita di server dedicati e strumenti di invio...
leggi..
Lavorare nel sito un po' alla volta... concetto non facile da capire ma fondamentale per il successo.
leggi..
Non sempre avere un Ip dedicato è la scelta migliore...
leggi..
Quando si parla di su misura, sicuro sia tutto chiaro?
leggi..
Cosa significa usare un servizio tecnico per fare siti?
leggi..
yost technology
Yost.tecnology
Il nostro servizio tecnico per fare siti
la piattaforma più evoluta di sempre proposta come servizio!

Iscriviti alla nostra newsletter
Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy * (*obbligatorio)
(riceverai una mail di conferma con un link da cliccare, se la mail non arriva, controlla nello spam)

yost.technology | 04451716445