In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Benvenuto login

Shop on line

Shop on line è uno dei tanti modi per parlare di vendere in modo diretto attraverso il web. Shop on line è un nome raffinato, uno slang di moda, ma è anche un modo pratico per nominare il negozio di un sito che rappresenta un'azienda.

Il giusto approccio allo shop on line?

Quando parliamo di shop on line parliamo di un servizio che diamo ai nostri clienti e come tale deve essere una strada/scorciatoia (attenzione non come idea di sito, ma come idea di acquisto) per arrivare ai nostri prodotti.

Il problema che si presenta per chi vuole saperne di più è il mare di proposte/alternative, non sempre chiare, che si presentano, tanto da porre come primo criterio, o per lo meno se non primo, come prioritario, il prezzo. Quando si pensa di avere uno shop on line, si deve inziare dal capire bene cosa significa da un punto di vista concettuale e poi, in parallelo, quindi con la stessa importanza, capire cosa serve per farlo nel modo ideale.
Step subito conseguente, è capire cosa vogliamo dal sito e da qui iniziare a vagliare le proposte/alternative.

shop on line, vendere in modo diretto con servizi e per i clienti


Cosa significa shop on line?

Shop on line significa vendere in modo diretto attraverso il web. Un cliente ci trova, attraverso le varie alternative che proponiamo, vede il nostro prodotto, accetta il prezzo, mette nel carrello, inserisce dati di spedizione e fatturazione e paga. Dopo pochi giorni, a volte meno di 24 ore, riceve quanto comperato.

Shop on line ideale, cosa intendiamo per shop on line "ideale"?

Quando parliamo di shop on line ideale parliamo di uno studio mirato e preciso che ci permetta di rendere il servizio ottimale. Shop on line inteso come un acquisto, sia ponderato che di impulso, veloce e preciso, senza sbavature e chiedendo al cliente solo quanto è necessario per chiudere la transazione.
Vedo, compro, pago, ricevo e utilizzo.

Uno shop on line, fatto in modo professionale, mescola aspetti strategici e tecnici che per un lavoro ottimale devono per forza essere coordinati. Qui è facile fare confusione perché il mercato propone soluzioni facili, autogestibili anche a poche centinaia di euro, che devono essere capite e non solo strumentalizzate. Non è tutto lo stesso, non è uguale. Se spendiamo poco, che tradotto strategicamente significa avere il sito fatto in pochi giorni, senza confronti e senza uno studio mirato, significa che stiamo decidendo a monte di non far funzionare, o per lo meno, di non fare la differenza con il nostro punto vendita virtuale. Il concetto di vedo, compro, pago e utilizzo, tradotto in un sito web è molto articolato e richide

  • competenze strategiche
  • competenze per analizzare il mercato
  • competenze informatiche
  • competenze SEO
  • competenze post produzione

Un contesto ideale di vendita on line, o appunto shop on line, chiede studio del settore per coordinare la parte tecnica e per arrivare ad offrire un prodotto personalizzato. Se vendo maglie, per esempio, offro la possibilità di scegliere modello, taglia e colore, se vendo bici devo personalizzare la scelta per telaio, kit freni e cerchi: se uso per tutti lo stesso criterio, non posso avere sempre e comunque risultati soddisfacenti.

Perché quindi ci sono tanti tipi di shop on line?
Semplice (in senso ironico, non è semplice, anzi) perché studiare ogni cosa costa e richiede competenze tecniche e strategiche, per personalizzare un sito già fatto serve fare un po' di pratica e, di solito, il lavoro muore lì. Uno stratega non sceglie il comodo o il già fatto, consapevole del sicuro insuccesso. Ecco perché un cliente, che vuole iniziare l'avventura del web, si trova proposte per lo stesso progetto che partono da 600 € e altre da 12000€. Ma come scegliere? Perché le grandi realtà hanno siti su misura e investono quando potrebbero scegliere la via più economica e veloce? Forse sono consapevoli che non funziona? mah... un perché ci sarà no?

Che obiettivi abbiamo con lo shop on line?

Un aspetto non meno importante, capito quanto conta il su misura, è l'aver chiaro cosa vogliamo dal sito, perché se è un gioco o un passatempo, giusto per essere on line, non ha senso investire (affermazione discutibile se pensiamo alla web reputation), ma se vogliamo essere presenti on line, con un sito e con uno shop, dobbiamo partire con il piede giusto, capire cosa serve, scegliere il meglio e lavorare con costanza. Quando intavoliamo una trattativa con un potenziale partner nel web, per iniziare il lavoro è fondamentale capire cosa possiamo fare da una parte, ma anche cosa vogliamo veramente, per evitare di perdere tempo e soldi da ambo i lati. Se non abbiamo ambizioni il gioco è semplice (facciamo sempre e comunque attenzione alla web reputaton), ma se vogliamo fare un lavoro ottimale è fondamentale capire step e obiettivi, dividerli per traguardi da raggiungere e darsi scadenze precise. Un sito così concepito, non può essere autogestito e non può costare meno di 1000/1500 euro al mese per qualche anno. Scordiamoci uno shop on line, serio, professionale, facile da usare, curato graficamente, ottimizzato seo, a poche centinaia di euro e chi fa queste proposte, fateci caso, vi fa il sito e basta, "butta su" un po' di prodotti e ciao..., finisce lì il lavoro.

  • Spendere poco = soldi buttati
  • Spendere di più = analisi e prospettive

Siamo noi a dover decidere e dobbiamo cercare di capire chi abbiamo davanti, in base a come ci spiega e come banalizza le cose. Facciamo attenzione ad un particolare: non è spendere 5000 euro il punto, è capire che un'azienda deve darci sicurezze e capire che per 1000 euro non può lavorare mesi per noi. Come in ogni cosa, un po' di buon senso e di analisi obiettiva.

Come scegliere chi fa il nostro shop on line?

Il buon senso, l'analisi dell'insieme, le prospettive che ci vengono proposte, le tempistiche, e le proiezioni. Sono tanti i fattori che servono per scegliere, ma se abbiamo dubbi ecco un consiglio: un "pressapochista", non parla di analisi né di prospettive perché fa il sito in qualche modo e basta per cui, parlando di un po' di aspetti tecnici e strategici, vediamo subito chi dà risposte sensate e chi banalizza solo per prendere il lavoro. Una certezza abbiamo, vivere costa e se un'azienda non ha prezzi congrui c'è qualcosa che non torna (o per lo meno così dovrebbe essere).

Come la mettiamo con il posizionamento?

Come la mettiamo con il posizionamento? Shop on line è anche posizionamento altrimenti come ci trova un cliente? Altro aspetto strategico che non può essere banalizzato, attenzione non parliamo di indicizzazione, aspetto molto diverso, ma di posizionamento naturale del sito quindi descrizioni e testi, piattaforma e strategie.

  • Parte tecnica
  • Parte strategica
  • Analisi di mercato
  • Analisi dei competitors
  • Grafica
  • Inserimento prodotti
  • Stesura testi
  • SEO
  • Strategie post produzione
  • Newsletter
  • Contratti legali per vendere

Ecco una piccola "lista della spesa", per capire di cosa parlare e come farlo quando si vuole iniziare l'avventura nel web con uno shop on line funzionale.

Questa pagina è stata inserita nel sistema il: 26/10/2013 10:02:25
L'ultimo aggiornamento: 17/11/2013 09:42:31
Condividi nelle tue pagine Social


Start up tecnico online in 48 ore

In evidenza

Prova il servizio lanewslette, fino a 200 invii al giorno da 159 euro all'anno...
leggi..
09/08/2012
Scopri il servizio amdweb per essere on line con la tua azienda...
leggi..
30/08/2012
Come può chi non conosce l'azienda, capire cosa offre senza una comunicazione adeguata?
leggi..
14/04/2018
perché è importante la comunicazione in un sito
leggi..
07/05/2018
amdweb usa e consiglia
yost technology
Yost.tecnology

la piattaforma più evoluta di sempre, per creare e gestire siti internet
yost.technology