In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Benvenuto login

Vale la pena aprire un sito e-commerce?

Senza dubbio avere un sito e-commerce ha i suoi vantaggi per un'azienda ma non si deve fare assolutamente l'errore di pensare che sia tutto così facile, come molte pubblicità vorrebbero far credere. L'advertising in generale, ha dei costi importanti ed anche il sito, per essere di supporto con nuovo fatturato, richiede consistenti investimenti sia in termini di tempo che di soldi.

amdweb quando si parla di costi scinde i costi tecnici, i costi della realizzazione ed i costi strategici, consapevoli che ogni voce spesa, rientra in una più grande strategia d'insieme. Vince l'insieme in un sito web quindi, se si vuole vendere on line o se ci si chiede se Vale la pena aprire un sito e-commerce, si deve sempre contestualizzare l'insieme.

Vale la pena aprire un sito e-commerce?

Sito e-commerce Vs Spazio o negozio fisico per la vendita

Il primo confronto, abbastanza spontaneo, quando ci si chiede se vale la pena aprire un sito e-commerce, è proprio con un negozio fisico perché diventa più facile analizzare una serie di costi/opportunità che possono aiutare la scelta. Si è consapevoli che un punto vendita, al di là dell'acquisto del mattone, ha una serie di costi davvero impegnativi per chi decide di iniziare ma si faccia attenzione perché anche un sito che vende, ha parecchie esigenze economiche.

Punto vendita

Partita iva
Costi commercialista
Tasse
Locale
Bollette varie
Arredamento
Gestione punto vendita
Merce e magazzino
Pubblicità
Sito e-commerce

Partita iva
Costi commercialista
Tasse
Realizzazione sito
Gestione sito
Pubblicità

Non deve ingannare il confronto perché se il sito non ha costi di affitto, di bollette o di personale vario, visto che si è vincolati nell'orario di apertura, si devono considerare nei costi di realizzazione adeguati budget per grafica e comunicazione.

Tante aziende che hanno capito il business della realizzazione di un sito, spostando il loro core business o aggiungendo questo servizio grazie a tante soluzioni gratuite, tentando di far credere che la realizzazione di un sito possa essere una facile operazione per chiunque. Ci sono tanti siti on line, troppi sono inutili tanto che google sta inserendo piano piano dei requisiti minimi per agevolare chi naviga e penalizzare gli improvvisati.

Il primo errore di chi si avvicina alla vendita on line è proprio quello di non analizzare bene i costi e quindi banalizzarli; non si può spendere poco per avere una presenza adeguata nel web e si deve capire ogni aspetto dell'investimento.

amdweb presenta spesso uno schema-lavoro dove si divide il più possibile ogni voce spesa del sito, per aiutare chi si avvicina al web a dare un valore veritiero ad ogni passaggio; vale la pena aprire un sito e-commerce, ma solo se si "rispetta" l'approccio al web!

Aspetti tecnico strategici di un sito | amdweb.it

Aspetti tecnico strategici per realizzare un sito
  • Progetto iniziale (obiettivi, aspettative, tempi)
  • Scelta tecnica (costi, opportunità nel medio lungo termine)
  • Realizzazione contenuti (Progetto comunicativo, progetto redazionale e stesura testi)
  • Post messa in rete (tutti gli aspetti che fanno lavorare un sito)
aspetti economici di un sito | amdweb.it

Aspetti economici: i costi di un sito
  • Costi tecnici (piattaforma, dominio, certificati, personalizzazioni e assistenza)
  • Costi realizzativi (progetti, foto, inserimenti)
  • Costi grafici (desktop, mobile, immagine coordinata)
  • Costi pubblicitari (come si fa trovare il sito? ppc, social, seo, mail marketing?)

Quando non conviene aprire un sito e-commerce?

Non conviene aprire un sito e-commerce quando non si hanno soldi da investire, quando non si ha chiaro tutto quello che serve per fare un sito e-commerce o quando non si ha un'adeguata marginalità sui prodotti (conviene analizzare bene il contesto quando si è, per esempio, rivenditori).

Un sito necessita di accessi, come del resto un negozio necessita di clienti quindi attenzione a come ci si avvicina al web perché l'approccio sbagliato rischia di compromettere il lavoro, far spendere male e creare molta delusione.

Se si è stanchi del proprio lavoro e si pensa di investire la liquidazione, meglio fare molta attenzione; se si ha  un'attività che non rende, meglio fare molta attenzione; se si è trovato qualche slogan accattivante che propone siti e-commerce con qualche migliaio di euro, meglio fare molta attenzione!

Se si ha un'attività sempre conviene analizzare l'investimento della vendita on line, purché si investimento si tratti.

Quando conviene aprire un sito e-commerce?

Conviene aprire un sito e-commerce quando si hanno le idee chiare, si ha un progetto/prospetto lungimirante e si ha un budget adeguato per un lavoro, in prospettiva, di almeno 5 anni. Chi conosce le potenzialità del web investe!

Costi indicativi di un sito e-commerce

I costi di un sito sono costi tecnici, costi della realizzazione e costi strategici.

La parte tecnica

Con amdweb, i costi tecnici per un sito e-commerce partono da 2790 euro poi ci sono personalizzazioni o aggiunte da analizzare.
Sito vetrina da 1590 euro (da aggiungere ai 2790)
Blog da 2990 euro (da aggiungere ai 2790)
Un sito e-commerce ha canoni mensili che si calcolano in base al numero di prodotti che vengono inseriti:
30 euro/mese fino a 30 prodotti
59 euro/mese fino a 150 prodotti
79 euro/mese fino a 300 prodotti
129 euro/mese fino a N prodotti
Costi della realizzazione

L'inserimento di un prodotto può costare da 40/50 euro, dipende dal materiale che si ha a disposizione; serve fare qualche considerazione aggiuntiva sulle foto e sulla grafica che in genere si analizza a consuntivo con costi che partono da 3500/4000 euro.

Se si vuole una certa ottimizzazione seo conviene lavorare su un progetto comunicativo e redazionale con relativa stesura testi (in genere si parte da 2500 euro, ma sono prezzi che conviene analizzare di volta in volta visto che in genere sono strategie che si adottano nel medio lungo termine tenendo presente che google considera piccolo un sito con 250 pagine)
Strategie

Presenza nei social da 250 euro/mese
PPC costi da pagare al fornitore del servizio, vedi google, bing o social vari + un costo di gestione che parte da 150 euro una tantum e 50 euro al mese per il controllo della campagna
SEO, strategia che si coordina con l'inserimento, conseguenza del progetto comunicativo/redazionale. In genere una strategia seo ha durata di 2/3 anni e si investe da 800/1000 euro al mese
Mail marketing, con costi a partire da 80 euro ad invio (su database fornito dall'azienda)

Si insiste un po' sul parametro spesa perché è un ancoraggio più facile da capire. Vale la pena aprire un sito e-commerce? bisogna fare bene i conti, perché potrebbe essere un azzardo che fa perdere solo tempo. Di certo pacchetti a qualche migliaio di euro sono un affare solo per chi li propone, quindi, prima di spendere, carta e penna per capire bene cosa significa vendere on line!

Questa pagina è stata inserita nel sistema il: 11/01/2018 15:37:29
L'ultimo aggiornamento: 05/06/2018 08:17:38
Condividi nelle tue pagine Social


Start up tecnico online in 48 ore

In evidenza

Scopri il servizio amdweb per essere on line con la tua azienda...
leggi..
30/08/2012
Come può chi non conosce l'azienda, capire cosa offre senza una comunicazione adeguata?
leggi..
14/04/2018
amdweb usa e consiglia
yost technology
Yost.tecnology

la piattaforma più evoluta di sempre, per creare e gestire siti internet
yost.technology