Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.

Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca su Informazioni

Cliccando su “Ok, ho capito” acconsenti all’uso dei cookie [OK, ho capito]

Benvenuto login

Boicottiamo Amazon? No!, grazie

In molti condividono messaggi che invitano le persone a boicottare Amazon e comperare dal venditore locale, ma trovo corretto nelle pagine di questo sito manifestare tutto il mio personale disappunto perché invece di boicottare un'azienda che investe  e cerca di fornire un servizio concreto per il cliente finale, si dovrebbe far capire alle aziende locali che è arrivato il momento di investire in maniera diversa, non certo boicottando chi lo fa.

Boicottiamo Amazon? No!, grazie

Si prenda spunto da Amazon, si prenda spunto dai consulenti di Amazon che hanno saputo creare un impero facendo delle esigenze dei clienti finali un punto di forza:

  • Prezzi concorrenziali (qualcuno potrà dire che Amazon "tira il collo al produttore" ma io credo che alla fine faccia anche comodo)
  • Spedizioni velocissime e gratuite con Amazon Prime e una serie di servizi annessi
  • Servizio post vendita esemplare
  • Resi Gratuiti con prenotazione on line senza troppe difficoltà
  • Servizio clienti sempre attivi (il primo dell'anno, alle 8 del mattino, rispondono)
  • Garanzia reale sui prodotti, non funziona? viene cambiato il prodotto o rimborsato, senza se e senza ma (credo che chiunque abbia esempi di aziende sotto casa che non lo fanno)

È stato comodo nel tempo creare un profilo, pagare sul venduto e guadagnare, adesso non va bene, adesso è uno scandalo che Amazon sia diventato il sito di riferimento nel mondo ma, attenzione che Amazon ha speso, ha investito, ha creato con un work in progress un impero che nel tempo potrà solo consolidarsi, almeno fino a quando le aziende non si rendono conto che devono evolversi, digitalizzarsi, proiettarsi nel futuro e, attenzione, tornare a dare importanza al cliente finale, spesso bistrattato e spesso preso in giro (Amazon rispetta i clienti).

Imparare a fare i conti

Ecco uno step che molte aziende dovrebbero fare, imparare a fare i conti perché per essere nel mercato e per essere competitivi serve avere un prodotto interessante e serve proporlo al giusto prezzo. Se il negozio sotto casa offre un servizio che non viene apprezzato per vari motivi sono tre le possibilità

  • Si cambia il prezzo
  • Si chiude
  • Si cambia il servizio

Davanti all'ineguatezza, davanti alla globalizzazione, voluta e incentivata da tutti, davanti all'integrazione, concetto che viene sempre interpretato in base a come fa comodo, non ha senso creare campagne contro Amazon che fa il suo e lo fa bene.

Da consumatore sono stanco di andare nel "negozio sotto casa" il cui titolare o commesso che sia, quando entro neppure saluta, sbuffa, si fa i fatti suoi, si lamenta di tutto e mi rifila prodotti cinesi che trovo su wish o joom a pochi euro, con spedizione gratuita e con tanto di ringraziamenti! Avere un'attività oggi non è certo facile, per tanti motivi, ma l'aspetto più grave è che tutto questo malessere si riversa sul consumatore finale e francamente mi sono stancato perché con i propri soldi un consumatore non solo fa quello che vuole, ma determina il successo o il fallimento di un'azienda. Amazon è un portale di successo perché il consumatore finale lo sceglie!

Boicottiamo Amazon? No!, grazie

Boicottiamo i politici che fanno demagogia, senza idee e trattano argomenti delicati con superficialità; boicottiamo chi sfrutta un malcontento generale senza dare soluzioni, anzi buttando solo fumo negli occhi, non boicottiamo consulenti preparati che fanno crescere un'azienda ascoltando le esigenze del consumatore finale.

Le mie personali considerazioni sono frutto di esperienze personali, sono frutto di confronti con imprenditori che sanno solo lamentarsi e hanno paura di spendere per l'azienda, ma non per i loro sfizi. Il mio punto di vista è del tutto personale e rispecchia piuttosto un atteggiamento sbagliato, che non premia le competenze, ma piuttosto le accusa. Ecco perché Amazon vince e le aziende chiudono!

La mia soluzione?

Parlo da anni di work in progress (Amazon non esisteva ancora), parlo da anni di fare un po' alla volta, con consapevolezza. Bisogna investire, bisogna fare un programma di lavoro e con costanza crederci e andare avanti. Paragono spesso la realizzazione di un sito e-commerce all'apertura di un nuovo punto vendita e metto spesso in evidenza come un sito possa essere una miglor soluzione se e solo se si ha il giusto approccio mentale e di conseguenza economico.

  • Il negozio è il sito (attenzione negozio = sito)
  • L'esposizione della merce sono le foto e le descrizioni
  • L'impostazione del negozio è l'impaginazione del sito (aspetto che sempre si sottovaluta)
  • Il commesso che parla e spiega è la comunicazione
  • Il preparare quanto ha comperato il cliente sono le spedizioni
  • I pagamenti sono sempre anticipati come in negozio, compero, pago porto a casa; nel sito pago e ricevo entro un paio di giorni
  • L'affitto del locale sono i costi tecnici del sito
  • La gestione straordinaria e l'arredamento possono essere le grafiche
  • La pubblicità si fa per entrambe le attività
  • Si può avere una gestione differente del magazzino e delle giacenze perché nel sito possono essere virtuali (il riassortimento può essere fatto in 2 giorni quindi un prodotto non disponibile può essere gestito come disponibile se si ha la certezza di poterlo avere in tempi stretti o sei si connette con il fornitore in drop shipping)
  • In negozio si fa più fatica a comperare sul venduto mentre con il sito si può addirittura acquistare un prodotto sul venduto (strategia da non sottovalutare)

Ecco cosa si trova spesso nei miei siti, ecco uno schema di lavoro che considero un punto di partenza fondamentale per avere successo

Aspetti tecnico strategici di un sito | amdweb.it

Aspetti tecnico strategici per realizzare un sito
  • Progetto iniziale (obiettivi, aspettative, fattibilità, tempi, progress)
  • Scelta tecnica (costi nel medio lungo termine, vantaggi e differenze)
  • Realizzazione contenuti (Progetto comunicativo, progetto redazionale e stesura testi)
  • Post messa in rete (tutti gli aspetti che fanno trovare/lavorare il sito)
aspetti economici di un sito | amdweb.it

Aspetti economici: i costi di un sito
  • Costi tecnici (piattaforma, dominio, certificati ssl, personalizzazioni e assistenza)
  • Costi realizzativi (progetti, foto, inserimento contenuti e immagini)
  • Costi grafici (grafica desktop, mobile, immagine coordinata)
  • Costi pubblicitari (come far trovare il sito? ppc, social, seo, mail marketing?)
  • Non esiste che un sito costi poco
  • Non esiste che i testi siano scritti dalla segretaria perché tanto ha tempo
  • Non esiste che un sito sia messo on line e dimenticato, tanto meno se il sito vuole vendere
  • L'amico dell'amico che fa il meccanico tutta la settimana e siti il sabato forse è meglio non considerarlo troppo
  • Il cuggino, tanto bravo a fare grafica dopo il corso di 3 ore fatto on line, forse non è il consulente ideale, anche se costa poco, anche se lavora senza fattura

Serve ragionare da clienti, serve fermarsi un attimo e guardare l'azienda da clienti esterni per proporsi al meglio e serve formare personale specializzato che sia partecipe non solo sfruttato.

Questa pagina è stata inserita nel sistema il: 21/11/2020 09:54:05
L'ultimo aggiornamento: 22/11/2020 12:45:52
Condividi nelle tue pagine Social


Start up tecnico online in 48 ore

In evidenza

Ecco qualche spunto per capire i reali costi di un sito e-commerce, costi tecnici, realizzativi e pubblicitari, poi...
leggi..
30/08/2012
Serve chiarezza prima di spendere, altrimenti poi ...
leggi..
24/04/2016
Vuoi un servizio mail professionale, controllato e sempre performante? Contattaci per un preventivo personalizzato...
leggi..
05/07/2020
Boicottiamo chi non incentiva lo sviluppo, non le aziende che investono e offrono servizi ai clienti
leggi..
21/11/2020
amdweb usa e consiglia
yost technology
Yost.tecnology

la piattaforma più evoluta di sempre, per creare e gestire siti internet
yost.technology