Cosa serve in un sito?

Capire cosa serve in un sito è uno spunto riflessivo che facciamo, perché troppe volte, studiando soluzioni personalizzate o studiando migliorie a siti esistenti, ci accorgiamo che nei siti si dedica troppo spazio a cose inutili e troppo poco alla sostanza.

Per capire cosa serve in un sito serve prima di tutto capire perché si investe in un sito e cosa ci si aspetta di ottenere dalla realizzazione del sito stesso.

Cosa serve davvero in un sito? quali sono le cose da mettere e le cose inutili in un sito?

Perché facciamo un sito?

Il punto di partenza è capire perché si fa un sito, perché solo un chiaro preupposto di lavoro permette di lavorare sulle strategie.

Definire gli obiettivi che si vogliono raggiungere con il sito è molto importante perché permette un'analisi strategica concreta e permette di capire se sarà possibile arrivare a dei risultati. Se il fine aziendale è avere delle pagine per i già clienti il lavoro è molto semplice, se il fine è farsi trovare serve serve parlare di strategie seo o strategie a pagamento ppc.

Che informazioni diamo al cliente finale?

Spesso nel sito non si dice nulla (non si parla dell'azienda né si parla di quello che fa o di cosa propone), addirittura si fanno titoli che danno per scontato che il cliente non solo sappia di cosa si parla, ma ne sia anche esperto, pochi slogan e si aspetta la "manna dal cielo"; forse si è stati mal indirizzati, forse mal istruiti per questo cerchiamo di evidenziare in questa pagina un semplice concetto: cosa serve realmente in un sito?

Tralasciamo gli aspetti tecnici, diamo per scontato che si scelga un progetto su misura piuttosto che preconfezionati o gratuiti, ma vediamo proprio l'aspetto concettuale del messaggio che mandiamo con il sito.

Cose che servono in un sito

Dal progetto web un cliente, un nuovo cliente, dovrebbe farsi un'adeguata idea del chi siamo e del cosa facciamo partendo dal presupposto che non ci conosce, non conosce i nostri modi, i nostri prodotti e le nostre eccellenze o servizi.

Il primo step che dobbiamo analizzare in un sito sono proprio queste informazioni, partendo dal presupposto che noi conosciamo la nostra storia quindi dobbiamo capire cosa stiamo trasmettendo di quest'ultima al cliente finale. Non diciamo di parlare del nostro percorso formativo, ma di dare delle informazioni di base su quello che offriamo.

Se proponiamo dei prodotti, se vendiamo qualcosa, dalle descrizioni che facciamo/proponiamo nel sito, è chiaro cosa stiamo facendo? Se anche è vero che il cliente, che per esempio cerca un'affettatrice, conosce tutto del prodotto, ricordiamoci che per essere trovati con Google dobbiamo segnalare anche a Google, con dei testi fatti bene, quello che proponiamo e, non dimentichiamolo mai, che anche chi pensa di conoscere il prodotto, cerca conferme nelle descrizioni che facciamo.

Non partiamo mai dal presupposto che un cliente sappia tutto di quello che cerca ma, anzi, partiamo dal presupposto di dare una consulenza e di spiegare in modo chiaro cosa vendiamo proprio a chi non sa nulla, mal che vada daremo conferme, mal che vada confermiamo e rafforziamo le certezze che ha il cliente.

Immaginiamo di leggere ad un cliente che arriva in negozio una descrizione che abbiamo nel sito: quale sarebbe il risultato?

Il discorso diventa più ampio se vediamo nel web un mezzo per arrivare a clienti nuovi, quindi diventa fondamentale essere diretti e chiari, da qui l'importanza di capire cosa serve realmente nel sito e cosa può essere omesso.

Il sito è un faccia a faccia virtuale, un cliente che arriva in negozio è di solito coccolato, è seguito ed aiutato nel scegliere: lo facciamo anche nel sito? O pensiamo piuttosto a grafiche accattivanti e slogan "da stadio"? Cosa serve in un sito per aiutare il cliente ad avere la sua consulenza o fare il suo miglior acquisto?

Cosa serve, veramente, in un sito aziendale?

Quanto naviga un cliente in un sito?

Fare una statistica corretta non è facile, ma di certo un cliente naviga finché ha motivo di farlo. Non dimentichiamo che c'è concorrenza e ci sono molte alternative. Se a domanda precisa trova risposta aleatoria, un cliente è facile esca e faccia altrove le sue ricerche, uscendo proprio con la stessa facilità con cui è entrato; se un cliente arriva nel nostro sito con una ricerca precisa e trova una risposta precisa è facile legga e approfondisca i suoi interessi. Di certo dipende da settore a settore, ma la sostanza è un punto molto importante su cui riflettere, perché è un punto importante che serve in un sito.

Noi stessi siamo in primis clienti e navigatori e, come tali, siamo molto poco pazienti, tutti i nostri confronti con clienti e/o visitatoti, inoltre, confermano questa regola: cerchiamo e vogliamo risposte precise non slogan o massime generali.

Il rimbalzo è il primo indice di poco gradimento, facciamo attenzione al PPC

Se facciamo in un sito della pubblicità a pagamento e non curiamo bene l'arrivo del cliente, cioè la pagina in cui vogliamo farlo arrivare, rischiamo molti rimbalzi ossia uscite istantanee del cliente che, detta semplice, cerca mele e trova pere, clicca pensando di trovare la risposta, entra ed esce senza altri click. Dovrebbe essere chiaro cosa serve in un sito se impariamo a guardarlo spogliati della nostra esperienza e da clienti "normali", cercando di cogliere il messaggio che mandiamo e cercando di capire se quel che siamo nel reale, comparato a quello che sembriamo essere dal sito, almeno si avvicinano.

Se siamo entità distanti, non è ancora chiaro cosa serve in un sito!

Ultimo Aggiornamento:05/06/2022 13:37:40
Condividi nelle tue pagine Social

Scopri quanto è facile lavorare con yost.technology
1

Scelta del servizio
vetrina, e-commerce, blog
 
2

Scelta delle funzionalità
o sviluppo personalizzato
 
3

Operatività, strategie,
grafica e contenuti
 
4

Assistenza tecnica
sempre nel servizio
 
La piattaforma è attiva in 24/48 ore dall'attivazione/trasferimento del dominio

I nostri servizi

  • yost.technology è la nostra piattaforma tecnica, il servizio che proponiamo per fare siti aziendali, blog o siti e-commerce (Non è una piattaforma Open source)
  • lanewsletter.net è il servizio che proponiamo per creare newsletter aziendali
  • smtp dedicato il server per inviare newsletter

  • Servizio hosting solo per chi usa la nostra piattaforma e servizio mail server anche per clienti esterni alla piattaforma

Il nostro punto di partenza, il servizio Lite

Start up tecnico online in 48 ore

Ecco qualche esempio di struttura da 590 euro che con amdweb può essere operativa in 24/48 ore dall'attivazione del dominio (con materale fornito)

In evidenza

Inviare newsletter è una strategia di marketing avanzata che necessita di server dedicati e strumenti di invio...
leggi..
Lavorare nel sito un po' alla volta... concetto non facile da capire ma fondamentale per il successo.
leggi..
Quando si parla di su misura, sicuro sia tutto chiaro?
leggi..
perché molte aziende non usano la newsletter?
leggi..

Iscriviti alla nostra newsletter
Ho letto e accetto le condizioni sulla Privacy *
(*obbligatorio)
(riceverai una mail di conferma con un link da cliccare, se la mail non arriva, controlla nello spam)

yost.technology | 04451716445