In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Benvenuto login

Quanto costa la parte tecnica di un sito?

Ci rendiamo conto sempre più spesso che non è chiaro che per fare un sito serve competenza, esperienza e visione strategica d'insieme abbastanza ampia. Uno degli aspetti che non sempre è adeguatamente considerato quando ci si avvicina al contesto web, è la parte tecnica di un sito perché, ci rendiamo conto da continui confronti, non è chiaro a tutti che ha dei costi. Già, la parte tecnica di un sito ha dei costi.

Parte tecnica open source o fatta su misura?

Il primo ostacolo da superare è capire se il sito deve essere fatto con una parte tecnica su misura o se il sito deve essere fatto con una parte tecnica "gratuita", open source detto in gergo tecnico. La maggior parte dei clienti, però, spesso, si trova a pagare per sistemi gratuiti, pensando di investire in modo adeguato. Per capire se un sito è fatto a mano o se è un sistema gratuito basta che clicchiamo con il tasto destro del mouse a lato della pagina e scegliamo la voce "visualizza sorgente pagina". Nelle prime righe di codice che ci compaiono, troviamo

  • meta name="generator" content="XXXXXXX"

dove al posto delle xxxx leggiamo il nome del sistema, ecco l'esempio di joomla

  • meta name="generator" content="Joomla! - Open Source Content Management"

Un sito con questa dicitura, è un sito fatto con joomla e non ha costi tecnici. Ecco l'esempio di un sito fatto da amdweb,

  • meta name="generator" content="amdweb | www.amdweb.it | info@amdweb.it"

questo è un sito fatto da amdweb, con dei costi che variano in base alle specifiche esigenze del cliente che lo richiede.

Cosa ci permette di fare la parte tecnica del sito?

La parte tecnica di un sito ci permette di essere veloci nella navigazione, e questo è un aspetto strategico molto importante perché a sua volta permette al cliente di stare più tempo nel sito per cercare quello che gli serve (se la navigazione è veloce è più piacevole), permette di avere maggiore posizionamento, permette di far fare al sito quello che vogliamo (piccolo dettaglio che spesso sfugge). Una parte tecnica fatta su misura ci consente di trovare nel sito uno strumento di lavoro e non un adattamento a quello che la piattaforma consente di fare.

Siti come joomla, wordpress, prestashop, os commerce sono siti che non possono avere costi importanti perché le piattaforme sono gratuite anche se, ci segnalano molti clienti che ci contattano, tante agenzie web li fanno pagare migliaia di euro e li "spacciano" per siti personalizzati.

Ecco il link di un nostro testo che parla di quanto costa un sito in joomla, wordpress e altre strutture perché siamo d'accordo che un progetto e la professionalità si devono pagare, ma siamo anche dell'idea che un cliente deve sapere chiaramente cosa sta pagando.

Se facciamo una scampagnata in montagna e senza motivo portiamo uno zaino con cose inutili, stiamo facendo fatica inutile. Questo esempio serve per capire che se usiamo strutture pre-confezionate rischiamo di non ottimizzare al meglio la parte tecnica di un sito perché la struttura stessa, gratuita, nasce per fare di tutto e nulla nello specifico.

Cosa vogliamo dal sito e, di conseguenza, dalla parte tecnica?

Prima di scegliere che parte tecnica usare, dobbiamo capire bene cosa vogliamo dal sito per evitare costi inutili nel tempo.

  • A cosa serve spendere 2/3 cento euro al mese per un servizio hosting per un sito preconfezionato, giusto per fare un esempio, quando possiamo investire nella piattaforma e avere un sito molto migliore?
  • Che senso ha spendere 2/3 mila euro al mese in pubblicità se non investiamo in testi e visibilità naturale (ottica seo del sito)?
  • Che senso ha spendere qualche centinaio di euro per un sito che non porterà a niente?

Sono esempi che non sono facili da comprendere, perché strategici, per questo è importante capire bene chi ci sta affiancando nel percorso web perché deve essere in grado di farci analizzare obiettivamente le scelte e le alternative. Non si tratta di non spendere o di risparmiare, perché nel marketing chi più spende meno spende, ma di spendere bene e fare un investimento che porti nel tempo clienti e fidelizzazione. Il web è uno strumento che non deve essere banalizzato e la parte tecnica di un sito è uno degli ingredienti che dobbiamo saper scegliere bene.

La parte tecnica di un sito, un punto di partenza strategico

Attraverso la parte tecnica di un sito possiamo inserire e associare gestionali e newsletter per fidelizzare il cliente da una parte e per controllare costantemente l'andamento aziendale. Quando compera un cliente? Quanto è utile una newsletter? Serve fare sconti o promozioni? Conviene adottare una strategia di bundling? (link di approfondimento al concetto strategico di bundling). Non meno importante è poter gestire anche degli aspetti fiscali con fatturazione legata ad un acquisto on line o se integiamo un ecommerce con un negozio fisico, poter gestire insieme magazzino e fatturazione.

Una parte tecnica su misura ci permette di avere pieno controllo sull'insieme per questo è importante capire in primis che ha dei costi (annuali se abbiamo la struttura in licenza d'uso o una tantum se siamo in grado di indicare bene come deve essere strutturata) e non da meno che sono dei costi necessari per migliorare il nostro business.

I grandi colossi spendono migliaia di euro al mese per pubblicità e per migliorie tecniche non per capriccio ma perché basano sul web parte del loro business.

Come calcolo i costi della parte tecnica di un sito?

Ogni azienda ha un suo tariffario che varia dal tipo di intervento che chiediamo per cui è complesso avere una regola per capire come calcolare i costi della parte tecnica di un sito. Chi lavora su misura non costa poco (parliamo di 80/100 euro l'ora), mentre chi assembla costa molto meno (in genere costa 10/15 euro l'ora). Non guardiamo il valore assoluto dei costi perché lavorare a mano significa consigliare, esporsi e accompagnare il cliente mentre assemblare significa essere esecutori fine a se stessi (dobbiamo dire noi all'esecutore cosa fare).

Questa pagina è stata inserita nel sistema il: 03/02/2015 13:17:11
L'ultimo aggiornamento: 17/03/2015 09:32:29
Condividi nelle tue pagine Social


Start up tecnico online in 48 ore

In evidenza

Scopri il servizio amdweb per essere on line con la tua azienda...
leggi..
30/08/2012
Come può chi non conosce l'azienda, capire cosa offre senza una comunicazione adeguata?
leggi..
14/04/2018
Quante volte si arriva in un sito aziendale e non si capisce tutto quello che tratta l'azienda?...
leggi..
24/08/2018
amdweb usa e consiglia
yost technology
Yost.tecnology

la piattaforma più evoluta di sempre, per creare e gestire siti internet
yost.technology