In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Benvenuto login

Business plan sito e-commerce

Cosa significa fare un Business plan sito e-commerce? Fare un Business plan sito e-commerce significa fare un calcolo dei costi per la realizzazione del sito, un calcolo dei costi della comunicazione e dell'advertising necessario per arrivare al cliente, quindi per capirne gli sbocchi e la reale fattibilità.

Quando un'azienda si avvicina al web non sempre investe per un Business plan sito e-commerce perché ci sono soluzioni talmente economiche che si preferisce partire alla cieca e realizzare il sito senza troppe preoccupazioni, risolvendo ogni problematica man mano che serve; in realtà amdweb consiglia sempre di fare qualche considerazione prima di spendere, soprattutto quando si pensa di investire in un sito e-commerce, perché la vendita on line ha tante variabili e tanti costi che possono compromettere il progetto se non adeguatamente analizzati.

Difficile fare congetture sulle potenziali vendite, difficile usare la matematica o calcolare il guadagno senza avere una chiara contestualizzazione del prodotto perché ci sono siti che hanno una conversione altissima, soprattutto quando si tratta un prodotto conosciuto e di riacquisto frequente e siti che hanno conversioni molto basse, in particolare quando il settore è pieno di concorrenza e non ci sono chiari riferimenti o il prodotto è così innovativo che serve un rodaggio iniziale per farlo conoscere e apprezzare. I tempi medi di ritorno per un sito e-commerce sono di 3 anni quindi è importante quando si parla di business plan sito e-commerce, avere un prospetto abbastanza completo per un periodo di almeno 3/5 anni (costi tecnici, seo, strategie, adv).

Step di un business plan

1) La realizzazione del sito, aspetto che sempre viene sottovalutato

2) come si arriva al cliente (marketing)

3) margini e marketing

4) concorrenza e confronto con il mercato

Non si parla a caso di realizzazione del sito prima di ogni altra voce perché un Business plan sito e-commerce deve partire proprio dal prodotto concreto, prima di analizzare calcoli in percentuale di conversione, traffico e marginalità.

Si dà per scontato che l'azienda abbia un margine adeguato nella vendita di quanto propone, altrimenti meglio non perdere tempo.

Troppi siti sono on line, hanno traffico naturale o a pagamento (più facile a pagamento) ma non convertono perché la comunicazione non è adeguata al prodotto venduto.

Business plan sito e-commerce: costi tecnici di un sito

Si trova di tutto quando si cercano on line soluzioni tecniche per vendere nel web e questo fa capire che serve molta attenzione nella scelta perché la piattaforma per vendere on line è fulcro della strategia quindi serve aver chiaro

  • gestione tecnica (chi fa cosa)
  • costi nel tempo
  • personalizzazioni
  • sicurezza
  • performance (ci sono troppi siti lenti on line)

amdweb propone sono soluzioni sviluppate dallo staff, soluzioni programmate dallo staff per dare un servizio, per avere massimo controllo, sicurezza, personalizzazione e costi chiari nel tempo. Si arriva da piattaforme open source e si hanno avuto esperienze negative quindi si è scelto di sviluppare (troppe web agency non sviluppano).

amdweb per trasparenza divide chiaramente costi tecnici, costi della realizzazione e costi strategici per permettere al cliente di capire bene cosa serve per realizzare un sito e-commerce e quantificare il singolo lavoro da fare.

amdweb parte da questo schema di lavoro, quando si parla di realizzare un sito

Aspetti tecnico strategici di un sito | amdweb.it

Aspetti tecnico strategici per realizzare un sito
  • Progetto iniziale (obiettivi, aspettative, tempi)
  • Scelta tecnica (costi, opportunità nel medio lungo termine)
  • Realizzazione contenuti (Progetto comunicativo, progetto redazionale e stesura testi)
  • Post messa in rete (tutti gli aspetti che fanno lavorare un sito)
aspetti economici di un sito | amdweb.it

Aspetti economici: i costi di un sito
  • Costi tecnici (piattaforma, dominio, certificati, personalizzazioni e assistenza)
  • Costi realizzativi (progetti, foto, inserimenti)
  • Costi grafici (desktop, mobile, immagine coordinata)
  • Costi pubblicitari (come si fa trovare il sito? ppc, social, seo, mail marketing?)

Ogni aspetto deve essere analizzato, compreso e quantificato per parlare di business plan sito e-commerce.

Ogni sito ha la sua storia, ogni sito ha la sua strategia, ogni sito ha costi differenti, in base a come si sceglie di arrivare al cliente finale. Per parlare di business plan sito e-commerce, però, e analizzare opportunità, costi, punti di equilibrio, serve capire quanto e come quantificare i costi comunicativi.

Comunicazione intesa proprio come strategia per

  • farsi trovare
  • proporre quanto si vende

Il tutto parte da un'analisi di mercato che per amdweb significa

  • analizzare le esigenze aziendali
  • analizzare il mercato
  • analizzare la concorrenza
  • fare un primo prospetto economico che permetta di capire quanto serve all'azienda per avere riscontri
  • fare un progetto redazionale
  • scrivere i testi (quindi definire che tipo di testo si andrà a scrivere)
  • coordinare le varie strategie (landing page per il ppc, seo per farsi trovare, condivisioni varie nei social o pagine specifiche per il mail marketing o per altri canali)

Sfruttare la seo per arrivare al cliente finale significa fare un progetto/prospetto di lavoro di diversi mesi, se non anni. La comunicazione deve essere costante e completa per parlare di vendita on line, senza contare strategie, marketing con proposte vantaggiose per il cliente.

Cosa significa fare un business plan sito e-commerce?

Dal nostro punto di vista più che calcoli di resa, prospetti di vendita e di rientro il business plan sito e-commerce deve servire per capire quanto investire, cercando di essere molto concreti (perché le grandi società spendono milioni al mese in ppc?).

Troppi siti sono lenti, senza descrizioni, difficili da navigare e si scopre che sono fatti con strumenti gratuiti, con testi fatti dalle segretarie e investono molto nel ppc, perché per ovvie ragioni, non hanno traffico.

Chi decide di fare un sito deve informarsi, deve capire l'insieme e avere la voglia di analizzare ogni costo nel medio lungo termine. Un business plan deve servire per avere consapevolezza  ma se si spera di fare un sito che vende con qualche migliaio di euro, si sbaglia di grosso; se si pensa di arrivare al cliente con ppc, senza comunicazione si sbaglia di grosso, se si pensa alla grafica più che alla sostanza, si sbaglia di grosso.

  • Sito aziendale
  • Comunicazione
  • Strategie
  • Costanza
  • Pazienza
  • Impegno

Poi si possono fare calcoli per capire la resa, il punto di equilibrio ed eventuali guadagni!

Questa pagina è stata inserita nel sistema il: 26/06/2018 08:44:48
L'ultimo aggiornamento: 27/06/2018 12:59:09
Condividi nelle tue pagine Social


Start up tecnico online in 48 ore

In evidenza

Ottimizzazione siti aziendale per rendere il sito uno strumento di lavoro...
leggi..
28/09/2018
Perché il servizio amdweb con yost.technology è così innovativo?
leggi..
16/10/2018
gestione e servizi hosting
leggi..
09/12/2018
amdweb usa e consiglia
yost technology
Yost.tecnology

la piattaforma più evoluta di sempre, per creare e gestire siti internet
yost.technology