Sono in prima pagina con Google, ma non ho contatti

Essere in prima pagina e non avere contatti è un problema che molti utenti ci segnalano ma, al problema, diamo una risposta strategica molto semplice: come siamo in prima pagina? Il riferimento preciso che dobbiamo analizzare è strategico perché la visibità è un'analisi strategica che spesso non trova riscontro nel reale.

Cosa significa sono in prima pagina con Google?

Essere in prima pagina ha molte risposte, perché se vendiamo un prodotto, prendiamo per esempio il mondo dei materassi, e la nostra azienda/sito si chiama ciucciariello.com possiamo trovarci in queste situazioni

  • Siamo in prima pagina cercando "ciucciariello"
  • Siamo in prima pagina cercando ciucciariello materassi
  • Siamo in prima pagina cercando materasso o una serie di quesiti che riguardano il mondo del materasso

Queste tre situazioni generano una serie di risultati completamente diversi. Il primo caso, non porta nulla di concreto all'azienda, l'ultimo caso genera traffico e nuovi clienti.

Sono in prima pagina ma non ho contatti

Un cliente che cerca di acquistare un prodotto, cosa cerca?

Il punto di vista concettuale che molti fraintendono è il tipo di ricerca che fa il cliente che, per forza di cose, non può conoscerci per nome, o, per lo meno, dovrebbero essere molti di meno i clienti che sanno chi siamo rispetto ai clienti che potrebbero acquistare da noi i nostri servizi o prodotti.

Come può un cliente cercare il nostro nome?

L'errore che molti fanno è cercare nel web se stessi o il proprio nome, senza pensare che il concetto che trattano, chiamiamolo prodotto o servizio, è un'altra cosa. Come può un cliente cercare il nostro nome?
Come cerchiamo chi fa siti? Non certo cerchiamo direttamente amdweb, nome della nostra azienda ma che di certo non identifica il settore specifico del web e delle strategie che ci girano attorno. amdweb identifica un'azienda italiana che fa siti e servizi web, e non possiamo certo sperare che il cliente la cerchi per nome, appunto amdweb, per arrivare ad avere un preventivo o una consulenza, no? Sono davvero pochi nel mondo i brand che godono di questa popolarità! Un cliente cerca il settore, un esempio può essere azienda che fa siti o una serie di argomenti paralleli che possono suscitare interesse (costi per un sito, strategie per fare un sito ecc).

Come essere in prima pagina nei motori di ricerca?

Dovremmo essere in prima pagina cercando di capire cosa cerca il cliente, identificando il nostro settore e cercando di far capire al cliente, appunto dal nostro sito, perché dovrebbe vedere e trovare in noi dei partner ideali, dimostrando quindi competenza, padronanza ed esperienza.

Non possono arrivare contatti se siamo in prima pagina cercando il nostro nome!

L'esperienza di un esperto SEO

Entra in ballo l'esperienza di un esperto seo, perché serve capire come essere in prima pagina, ma serve anche capire cosa cerca chi cerca e serve capire cosa offriamo da una parte e cosa si aspetta di trovare un cliente dall'altra. Una descrizione piuttosto che un prezzo, una foto piuttosto che un filmato, un'offerta piuttosto che una consulenza.

Il concetto di metto online e vendo di tutto, è una bufala che molti si inventano per farsi belli o per creare contesti invidiosi, ma, in realtà, sono situazioni senza senso e senza riscontro. Se vogliamo avere una presenza professionale nel web, serve avere consapevolezza e conoscenza del mezzo, creare equilibrio tra aspettative di entrambi i protagonisti della transazione, unire e far incontrare domanda e offerta, perché se da una parte un cliente a volte non trova facilmente quello che cerca, dall'altra ci sono aziende disperate che vorrebbero parlare a quel cliente e un esperto SEO è il giusto collegamento tra la domanda e l'offerta. Non è banale questa considerazione, perché quando si pensa ad un sito si pensa sempre a fare poca fatica, a fare velocemente, a trovare un tecnico che costa poco e poi ci si trova con siti che non vendono, non hanno accessi o non rendono quanto si pensava.

Seo ed e-commerce, perché molti sono un flop?

Se parliamo, poi, di siti e-commerce l'argomento si fa ancora più delicato perché se da una parte solo di costi per l'inserimento dei prodotti parliamo di investimenti che superano i 3/5 mila euro (per questo molti preferiscono fare da soli), senza un'adeguata visibilità ogni tipo di intervento è inutile e possiamo vederlo solo come un costo. Seo ed e-commerce sono spesso visti come mondi distanti e non sembrano essere legati, ma senza l'aspetto seo ogni e-commerce è un flop, a meno che non abbiamo la forza economica per spendere migliaia di euro di PPC (pubblicità a pagamento di click), cosa che adesso non ci sembra fattibile per molte aziende.

Abbiamo molti contatti di aziende che hanno fatto siti e-commerce ma non hanno risultati, siti senza descrizioni, senza senso, senza logica. Si vede chiaramente la mancanza strategica dell'esperto SEO, e si vede, anzi, la sola presenza di un ragazzino che meccanicamente inserisce articoli e foto: è normale non avere risultati.
Non si discute che un esperto costa, (attenzione che il non esperto alla lunga costa molto di più) ma se parliamo di ambito aziendale, dobbiamo saper distinguere un costo da un investimento. Anche la casa dove viviamo ha dei costi, ma li abbiamo affrontati e abbiamo cercato di capire come spendere per avere il giusto compromesso qualitativo. La prima pagina, un sito visibile sono alla base del business online.

Solo un punto di vista

Ricordiamo sempre che quanto scritto è solo un punto di vista e non una serie di regole che sono valide per tutti. Ogni storia ha un suo protagonista e ogni sito è fatto su indicazione di chi paga che in genere dovrebbe essere consapevole delle scelte e delle prospettive. Secondo il nostro punto di vista, giustificato da contatti e consulenze, molti siti sono inutili perché troppe cose, apparentemente ovvie, non sono state adeguatamente prese in considerazione e di solito queste mancanze portano a dover rifare tutto ex novo. Imparare, conoscere, crescere: la seo, la visibilità, la nostra presenza aziendale nel web sono argomenti da affrontare e conoscere se vogliamo sì essere in prima pagina, ma avere soprattutto contatti.

Ultimo Aggiornamento:31/03/2022 13:26:49
Condividi nelle tue pagine Social

Scopri quanto è facile lavorare con yost.technology
1

Scelta del servizio
vetrina, e-commerce, blog
 
2

Scelta delle funzionalità
o sviluppo personalizzato
 
3

Operatività, strategie,
grafica e contenuti
 
4

Assistenza tecnica
sempre nel servizio
 
La piattaforma è attiva in 24/48 ore dall'attivazione/trasferimento del dominio

I nostri servizi

  • yost.technology è la nostra piattaforma tecnica, il servizio che proponiamo per fare siti aziendali, blog o siti e-commerce (Non è una piattaforma Open source)
  • lanewsletter.net è il servizio che proponiamo per creare newsletter aziendali
  • smtp dedicato il server per inviare newsletter

  • Servizio hosting solo per chi usa la nostra piattaforma e servizio mail server anche per clienti esterni alla piattaforma

Il nostro punto di partenza, il servizio Lite

Start up tecnico online in 48 ore

Ecco qualche esempio di struttura da 590 euro che con amdweb può essere operativa in 24/48 ore dall'attivazione del dominio (con materale fornito)

In evidenza

Inviare newsletter è una strategia di marketing avanzata che necessita di server dedicati e strumenti di invio...
leggi..
Nessun aggiornamento da fare, tutto è parte del servizio
leggi..
Lavorare nel sito un po' alla volta... concetto non facile da capire ma fondamentale per il successo.
leggi..
Quando si parla di su misura, sicuro sia tutto chiaro?
leggi..
perché molte aziende non usano la newsletter?
leggi..

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere offerte esclusive
Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy *
(*obbligatorio)
(riceverai una mail di conferma con un link da cliccare, se la mail non arriva, controlla nello spam)

yost.technology | 04451716445