In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Benvenuto login

strategie web sbagliate

Non è facile parlare di strategie web sbagliate in un constesto molto ampio come il mondo del virtuale, ma cerchiamo di parlare, in modo molto generico, di cose che sono da tenere in considerazione quando si sceglie di essere on line a prescindere dal settore e dall'investimento che vogliamo fare. Partiamo dal presupposto che non c'è niente di giusto o di sbagliato, se alle spalle c'è consapevolezza di quello che si fa, ma nel web abbiamo visto che spesso, manca proprio una base di consapevolezza che permetta, a chi vuole essere on line, di farlo con professionalità e coerenza. Il problema è capire prima piuttosto che dopo, quando è tardi, o quando non ci sono più sufficienti risorse per sistemare perché partire con il piede sbagliato significa buttare soldi e tempo.

Capiamo bene cosa si intende per struttura tecnica.

Il non capire bene il concetto di piattaforma di un sito, o struttura tecnica di un sito, è una prima strategia sbagliata perché la parte tecnica è l'ossatura del sito ed in base alla scelta che facciamo possiamo o meno implementare nel tempo qualsiasi cosa al progetto. Ci sono molte soluzioni e di diverso impatto economico. La scelta ricade spesso su

  • quello che costa meno
  • quello che decide chi fa il sito (ma in base a cosa sceglie?)

Ma l'errore strategico sbagliato è non parlare bene di obiettivi con chi fa il sito, prospettive e strade per far conoscere il sito (lavoro di insieme di post produzione).

Non fidiamoci di nessuno, cerchiamo sempre di capire  aver chiare le strategie, perché siamo sempre noi i diretti responsabili del progetto

Non si tratta, come qualcuno obietta, di scegliere quello che costa di più, ma di capire pro e contro di certe soluzioni e di ponderare bene la scelta in prospettiva. Vediamo un piccolo esempio, motivo di confronto con un cliente che desidera una presenza importante senza vincoli e senza limiti.

Scegliere open source o un lavoro su misura?

Contesto: vendita on line di un prodotto nazionale, non molto conosciuto, già presente in piattaforme come ebay e amazon.

  • Sistema open source significa: costo pari a zero, customizzazione del template grafico e settaggio generale del carrello, nessun vincolo con nessuno.
  • Sistema personalizzato, significa invece vincolo con agenzia web ma ottimizzazione completa di ogni step.

Il confronto apparente porta la maggior parte degli imprenditori a scegliere la prima strada ma vediamo perché sarebbe una strategia web sbagliata:

Non è assolutamente vero che non abbiamo vincoli se usiamo piattaforme o servizi open source, nessun professionista serio lavora sulle ceneri di un altro, in primis perché le strategie, intese come logiche di lavoro, sono diverse, poi, non da meno, perché se un cliente cambia significa che sono sbagliate o comunque non sono state all'altezza delle aspettative. Chi prende in mano un lavoro lo fa di solito ex novo, amdweb per scelta di professionalitò e di resposnabilità non lavora su progetti di altre persone o agenzie proprio per garantire la massima efficacia dell'intervent e sottolineiamo che è un aspetto di responsabilità e di coerenza con il lavoro che va a fare. Aspetto non secondario, ci sarà sempre la vecchia agenzia responsabile di qualcosa (era già fatto così, non ho controllato tutto pensavo che almeno questo fosse fatto meglio.. sono le scuse più gettonate), perché in caso di insuccesso o di errori, la vecchia gestione o la scelta tecnica sarebbero i primi indiziati.

Il vincolo c'è sempre con chi fa il lavoro, a qualsiasi livello decidiamo di essere on line.

Personalizzare significa gestire e aiutare il cliente, ma come possiamo farlo se siamo vincolati da step tecnici? Nell'esempio le strategie web sbagliate sono concettuali perché essere on line significa esserlo con chi è capace e non con chi fa il lavoro con la scusa di non vincolarci, anzi vediamola ancora più sottile: se si lavora per "non vincolare", significa che non si è in grado di fare la differenza, allora è giusto pagare chi costa meno. Il punto cruciale non è quanto spendo ma quanto guadagno e se il vincolo è chiaro è un punto di forza non un limite. Una strategia vincente è capire se chi fa il sito è capace di andare oltre al sito, mostrandoci la strada per nuove prospettive di crescita e di sviluppo. Fare un sito e basta è una delle strategie web più sbagliate.

Capiamo bene il concetto di visibile (Indicizzazione? Posizionamento?)

Per capire bene il concetto di visibilità proviamo a fare delle ricerche con google. Se il nostro sito non appare cercando l'argomento che trattiamo, non siamo visibili. Facciamo la stessa cosa sul lavoro dell'agenzia che ci segue (o dovrebbe farlo).

  • Essere visibili significa essere trovati, non tanto cercando il nome personale ma piuttosto il concetto di servizio e di lavoro che proponiamo.
  • Visibilità significa accessi, nuovi clienti, nuove vendite e non parlare a chi già ci conosce.
  • Una piattaforma sbagliata compromette la visibilità del nostro sito

La visibilità ha tante forme e sfaccettature, può essere legata a profili social, altre piattaforme o altri canali. La strategia vincente per dare senso compiuto alla visibilità di un sito è riuscire a coordinare bene l'insieme e il messaggio che mandiamo. Coordinare bene i prezzi tra le varie piattaforme e riuscire ad accentrare sempre quello che facciamo con l'azienda e non con lo strumento di vendita. Troppe volte piattaforme diverse hanno prezzi diversi e questo da una parte è spiegabile per le differenti provvigioni che il venditore paga ma dall'altra non spiega un passaggio: come si può difendere da questo disservizio il cliente? Dove compera con più convenienza? Diversificare in base alle piattaforme è una grave lacuna strategica.

Capiamo bene le reali possibilità che ci offre il web

Quando parliamo di reali possibilità che ci offre il web parliamo di una serie di strumenti come newsletter, sms, applicazioni che ci permettono di fidelizzare il cliente e creare un movimento di passaparola che porti nuovi utenti e nuove visite al sito principale. Le reali possibilità che offre il web sono un vero legame con il cliente, che ci trova, comunica, è informato su quello che facciamo senza per forza continuare a passare in negozio. Siamo sempre legati al punto precendente, ma un grave errore strategico è vedere il sito a settori scoordinati e farlo o concepirlo a step senza coordinare il lavoro. Tutto è legato per avere senso e coerenza e se pensiamo al sito, al posizionamento, alla stesura testi e alle strategie come settori distinti, facciamo un errore strategico in partenza.

La scelta del partner è spesso un errore strategico

Sono tante le agenzie web che si propongono per fare il sito ma ci indicano altri per il posizionamento: è un doppio errore strategico, piattaforma e posizionamento vanno pari passo, e chi fa il lavoro non è un partner ideale.

Altro piccolo spunto: Abbiamo parlato di obiettivi? perché se non abbiamo chiarito gli obiettivi fin dall'inizio, tutto questo discorso è inutile. La riflessione finale, su obiettivi e aspettative è volutamente nella parte finale del nostro ragionamento, per evidenziare un piccolo particolare: serve avere chiarezza e serve capire che per fare un sito si parte da altri ingredienti più concettuali che pratici che mescolandosi danno vita ad un sito!

Altro spunto: canali diversi prezzi diversi?
Questa pagina è stata inserita nel sistema il: 24/10/2013 10:18:34
L'ultimo aggiornamento: 29/10/2014 08:33:08
Condividi nelle tue pagine Social


Start up tecnico online in 48 ore

In evidenza

Scopri il servizio amdweb per essere on line con la tua azienda...
leggi..
30/08/2012
Come può chi non conosce l'azienda, capire cosa offre senza una comunicazione adeguata?
leggi..
14/04/2018
Quante volte si arriva in un sito aziendale e non si capisce tutto quello che tratta l'azienda?...
leggi..
24/08/2018
amdweb usa e consiglia
yost technology
Yost.tecnology

la piattaforma più evoluta di sempre, per creare e gestire siti internet
yost.technology