In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Benvenuto login

La seo è morta?

Sono considerazioni che abbiamo sentito fare da clienti che si interessano alla realizzazione di un sito e sono considerazioni che non riusciamo a capire: quando la seo è morta? Sono "sentenze" di "esperti" che fino a ieri facevano altri mestieri e oggi, con l'utilizzo di sistemi gratuiti, si sono messi a fare siti.

Purtroppo chi fa siti e non sono molti a farlo di mestiere, non sempre ha competenze ed esperienza per parlare di seo, quindi sposta l'attenzione su social network, ppc, o altri canali comunicativi che permettono di arrivare "facilmente" a nuovi clienti ma, se ci si pensa un attimo, quando serve qualcosa, si passa sempre per google e si chiede a lui consiglio.

I social sono un ottimo canale integrativo, ma sono tante le aziende che li hanno sostituiti al sito aziendale, facendo solo l'interesse del social network (pagine aziendali con contenuti che servono solo a fare flusso sul social) e questo è un chiaro segnale di come una consulenza sbagliata, possa portare fuori strada un'azienda in pochi click.

Quando una persona è interessata a qualcosa, usa i motori di ricerca (google ha il 92% del traffico mondiale nel web), e non si ferma nella sua ricerca, finché non trova risposte esaustive (pura strategia seo, altroché la seo è morta).

Una persona che cerca qualcosa è una persona interessata a quell'argomento (il sogno di ogni azienda, poter avere clienti interessati ad un preciso argomento) e la seo, in quasi tutte le nostre esperienze, è la risposta. Domanda precisa, risposta precisa; seo, punto!

La seo è morta? No, stanno morendo, piuttosto, le consulenze che hanno alla base esperienza, capacità e competenza.

Le aziende dovranno investire, nei prossimi anni, in figure che hanno competenza nella gestione di siti,

  • sia a livello tecnico, perché un sito non curato tecnicamente è una "bomba pazza" che danneggia la reputazione (virus, account di posta bucati quindi spam, siti bucati quindi poca sicurezza su dati e clienti registrati),
  • sia a livello strategico, quindi tutti quegli aspetti che portano l'azienda ad essere vista on line (ppc, comunicazione, seo, social, newsletter, grafica e messaggi pubblicitari).

Basta consulenti inventati che non sanno nulla di programmazione e usano cms open source senza cognizione di causa, basta consulenti che dispensano consigli senza un minimo di competenza (è per questo che ci troviamo tanti nuovi amici su facebook e dopo poco mille proposte commerciali su messenger o su altre applicazioni), consulenze che ci piace definire, jungla marketing (consulenze che cozzano con il concetto di seo e di cliente interessato!).

Quando si fanno confronti scellerati, quando si dice che amazon non ha tante descrizioni nel sito, si dimentica che il budget pubblicitario che ha a disposizione è leggermente diverso dalla pmi o dall'azienda che, alle prime armi, sta investendo in un sito.

Perché la seo non è morta?

La seo non è morta, e non morirà mai perché la seo è comunicazione!

Quando una web agency parla di seo in modo negativo, dalle nostre esperienze, non ha dimestichezza, non ha capacità o non ha personale adeguatamente formato per sviluppare strategie seo mirate.

Sia chiaro, fare seo significa

  • fare un progetto nel medio lungo termine
  • investire (fare seo costa perché la seo è stabile nel tempo)
  • lavorare molto nei primi anni e raccogliere nel tempo

È normale permettersi di dire che la seo è morta se si ha budget ridotto (tutte le pmi hanno budget ridotti), e si cercano risultati immediati perché non è prerogativa seo questo modo di lavorare; ma fare un sito senza la seo, significa fare un sito senza curare la comunicazione. Se un'azienda ha budget ridotto, deve lavorare in progress, non scegliere scorciatoie che alla lunga fanno solo spendere inutilmente. Step by step si investe e si raccoglie.

 

 

 

Questa pagina è stata inserita nel sistema il: 03/05/2017 12:17:28
L'ultimo aggiornamento: 28/07/2017 09:23:13
Condividi nelle tue pagine Social


Start up tecnico online in 48 ore

In evidenza

Prova il servizio lanewslette, fino a 200 invii al giorno da 159 euro all'anno...
leggi..
09/08/2012
Scopri il servizio amdweb per essere on line con la tua azienda...
leggi..
30/08/2012
Con amdweb serve qualche ora per la parte tecnica, gli aspetti strategici invece...
leggi..
21/02/2017
amdweb usa e consiglia
yost technology
Yost.tecnology

la piattaforma più evoluta di sempre, per creare e gestire siti internet
yost.technology