In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Benvenuto login

Quando un sito non funziona?

Avere un sito che non funziona sembra essere un problema di molti imprenditori, ma la cosa "grave" è quando non solo ci si accorge che il sito non funziona ma che era evidente ancor prima di metterlo on line.

Quando un sito non funziona?

Riusciamo a capire prima se un sito non funziona?

Senza dubbio sì, perché ci sono dei parametri da analizzare che permettono di capire, prima di partire, se il sito può essere un flop, vediamone alcuni:

  • scelta tecnica comoda per un budget troppo basso
  • nessuna idea strategica per la pubblicità nel post produzione
  • nessuna cura del posizionamento (come trova il sito un visitatore?)
  • sito, azienda e clienti scoordinati
  • profili social aziendali e personali mescolati senza coerenza

Sono molti i segnali che prima di iniziare ci possono far capire se il sito ha "speranza" e se da una parte ci aspettiamo questa consulenza da chi dovrebbe eseguire il lavoro, dall'altra siamo noi che lo commissioniamo che dobbiamo fare attenzione al partner e dobbiamo capire attraverso domande o spiegazioni se ci stiamo affidando alle persone giuste. Troppe volte la crisi porta le agenzie web a dare ciò che gli viene chiesto senza spiegare, proprio per prendere il lavoro, ma non sempre è la soluzione ideale. Non si è maghi che si predice il futuro, ma se vogliamo fare un sito con 1000 euro, nel 99% dei casi siamo nella casistica di un sito che non funziona, perché per fare un sito 1000 euro non è un budget certo sufficiente nemmeno il minino essenziale; non discutiamo, poi, di ecommerce o di analisi strategiche perché hanno costi molto superiori.

Un sito che funziona è coordinato con l'azienda

Gli ingredienti di un sito, che piaccia o no, devono essere coordinati e messi insieme e la forza del sito è proprio data dall'insieme, non dal singolo componente. Grafica, testi, parte tecnica devono essere fatti con criterio e fatti con professionalità se si vuole avere un ritorno.

Consigliamo massima chiarezza su due macro aspetti il primo tecnico strategico, il secondo economico. Ne parleremo spesso, perché sono questioni molto delicate che influiscono sul lavoro finale. Consigliamo di affrontare sempre e con estrema consapevolezza, almeno concettuale, ogni passaggio per scegliere il meglio e investire nella presenza aziendale con cognizione di causa.

Aspetti tecnico strategici

aspetti tecnico realizzativi di un sito | amdweb.it
  • Progetto iniziale
  • Scelta tecnica
  • Realizzazione contenuti
  • Post messa in rete
Aspetti economici

aspetti economici di un sito | amdweb.it
  • Costi tecnici
  • Costi realizzativi
  • Costi pubblicitari

Quando un sito non funziona, c'è sempre una spiegazione razionale che a volte, analizzata nel modo corretto, appare ovvia anche a chi chiede consulenza. Spesso, infatti, ci capita nei confronti diretti di far vedere il sito al cliente da cliente e, nel 90% dei casi, è il cliente stesso a dire o confermare che non comprerebbe niente nel suo sito proprio perché, analizzando l'insieme con un altro occhio, capisce e coglie lacune che prima forse non erano così evidenti. Non si tratta di fare un sito e accertarsi che i link funzionino o di fare un ecommerce che carica correttamente i dati nel carrello, ma si tratta di fare un insieme di cose che portano il cliente a comperare senza indugio perché tutto è chiaro e semplice, tutto è coordinato e tutto sembra "facile".

Nessun uomo sceglie il male perché è male. Lo scambia solo per la felicità, per il bene che cerca
Mary Shelley

Pensiamo veramente che situazioni come ebay, zalando, amazon non abbiano alla base studi e investimenti strategico-concettuali che permettono al sito di essere vincente? Quando un sito non funziona, di solito non si è pensato di investire nel modo adeguato, si ha un sito con piattaforme open source come joomla, wordpress o altre "occasioni" economiche, non si curano le promozioni o si pensa di guadagnare anche dalle spedizioni; c'è ancora chi mette 12 euro per spedire una raccomandata che ne costa 6 o per usare un corriere che ne chiede a lui 7, pensando che il cliente finale non se ne accorga o accetti, ma ci contatta per capire perché il sito non funziona.

A volte, anche se dobbiamo prendere con le pinze il discorso, non è nemmeno una questione di piattaforma o di parti tecniche, a volte l'errore è proprio strategico, a volte è proprio l'approccio al web che è sbagliato e molto dipende da come ci avviciniamo al virtuale. Purtroppo tante volte ci si fida di amici, del commercialista, o di consulenti che non usano nel loro quotidiano il web e tendono a banalizzare il tutto con soluzioni gratuite perché è la pubblicità stessa a dire che è facile e alla portata di tutti, ma facciamo attenzione perché siamo nei casi comuni di sito web che non funzionerà mai! Provate a dire ad un commercialista, che vi  consiglia di non spendere, che intendete usare un software per la contabilità che costa 50 euro all'anno e vedete cosa vi dice, ma per il web si permette di darvi consigli insensati e, peggio, sbagliati.

Spendere bene, il primo successo del sito

Non si tratta di spendere a casaccio o di scegliere chi costa di più, ma di dare senso e logica alla spesa, spendere bene, leggere nel preventivo o nelle spiegazioni di chi abbiamo davanti proiezione e prospettiva. Non si tratta di spendere e basta, di fidarsi o di sperare, ma di analizzare con coerenza spiegazioni e aver la coerenza di contrattualizzare tutto quanto viene promesso prima di iniziare il lavoro. Se l'azienda è coerente spiega bene e "garantisce", nel limite del possibile, quanto sta proponendo, senza imbrogli e senza doppi sensi. Capiamo che ci sono molti aspetti poco chiari in un sito, ma un contratto ed eventualmente un confronto possono aiutare nella scelta. Spendere sì, perché non pensiamo di fare un sito che costa poco, ma spendere bene, in modo sensato e sempre capendo cosa si sta facendo.

C'è sempre un vincolo con l'agenzia web

Sfatiamo un mito, il legame con l'agenzia c'è sempre, quindi scegliamo il meglio e non soluzioni che apparentemente svincolano dal produttore del sito, perché un'agenzia web seria non lavora sulle ceneri di un'altra e proporrà sempre il suo lavoro per dare un'impronta diversa e per poter esprimere il suo potenziale senza la zavorra di prima. Siamo sempre vincolati o siamo così competenti da cercare dei banali esecutori. Sono considerazioni che facciamo perché tante volte le sentiamo dai clienti che difendono la scelta del cms perché così sono liberi nel tempo, ma non si rendono conto che hanno solo perso tempo e stanno cercando altrove soluzioni adatte al loro business.

Prendiamo consapevolezza che la presenza nel web deve essere personalizzata e deve essere professionale, se vogliamo risultati e se vogliamo un sito che funzioni!

Questa pagina è stata inserita nel sistema il: 31/12/2013 18:25:19
L'ultimo aggiornamento: 31/08/2017 19:02:07
Condividi nelle tue pagine Social


Start up tecnico online in 48 ore

In evidenza

Quante volte si arriva in un sito aziendale e non si capisce tutto quello che tratta l'azienda?...
leggi..
24/08/2018
Ottimizzazione siti aziendale per rendere il sito uno strumento di lavoro...
leggi..
28/09/2018
Perché il servizio amdweb con yost.technology è così innovativo?
leggi..
16/10/2018
amdweb usa e consiglia
yost technology
Yost.tecnology

la piattaforma più evoluta di sempre, per creare e gestire siti internet
yost.technology