In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Benvenuto login

Tener vivo il sito

Una sfaccettatura strategica che troppe volte non è analizzata: tener vivo il sito. Molti clienti ci chiedono se serve lavorare dopo averlo fatto, altri danno per scontato che fatto il sito non serve lavorarci, altri ancora, visti i risultati nulli che arrivano, non si ricordano nemmeno se è ancora on line.

Il punto da analizzare è questo:

prima di fare un sito, abbiamo tutte le informazioni necessarie per farlo?

Solo con tutte le informazioni necessarie, è possibile valutare bene se fare o non fare il sito perché spesso, piuttosto di "un qualcosa che non ha senso", meglio non essere on line; di certo un sito, una volta fatto, necessita di manutenzioni e aggiornamenti costanti. La scelta che possiamo fare è come intervenire e in base al progetto che intendiamo fare, stanziare un budget adeguato.

Attenzione: realizzare un sito non costa poco e se il budget è basso e non ci sono competenze per fare qualcosa in autonomia, dobbiamo rinunciare o rimboccarci le maniche perché ci aspetta un lungo lavoro e, soprattutto, molto impegnativo.

Tener vivo il sito

Non è mai tardi per imparare (non inventare)

Per certi aspetti si è anche avantaggiati se le competenze non ci sono perché con una giusta partnership e un po' di studio (o impegno), possiamo avere il giusto approccio al web e alle strategie per identificareuna presenza in rete professionale e corretta. Il bello di questa avventura è che ci possiamo mettere molto di personale e raccogliendo informazioni personalizzare a 360° ogni strategia.

Il confronto costante, esperto-titolare dal nostro punto di vista è sempre la soluzione ideale per un lavoro vincente.

Ci sono delle regole e ci sono dei binari che dobbiamo rispettare con attenzione, partendo dal presupposto che il giusto e lo sbagliato è molto soggettivo. Ricordiamo, poi, che non c'è ne web un feedback diretto, nessun cliente verrà a dirci che il sito è brutto e i complimenti sono da prendere con le pinze, sempre.

Il punto cruciale è di non fidarsi e basta del primo che si trova, perché ogni aspetto strategico deve essere vagliato e ponderato e serve prendersi una bella dose di responsabilità prima di intraprendere una strada o un altra che solo l'esperienza permette di avere. Ecco che emerge una base di competenze di chi ci affianca che per ovvie ragioni non può essere proprio alle prime armi.

Imparare ma non fare a caso, supporto e confronto per avere il giusto mix di esperienza nel campo, quindi del titolare, e del web, quindi dell'azienda partner.

Fare il sito, primo step e poi...

Si pensa solo a fare il sito, ma non si pensa in genere a tenerlo vivo, non si capisce l'importanza di fare modifiche né di essere sempre innovativi, ma il ragionamento da fare è questo: se io entro in un sito e lo trovo interessante, ci torno; se trovo sempre le stesse cose, mi stanco e non ho stimoli a tornare. Questo, in particolare se abbiamo ecommerce, o se abbiamo siti che presentano prodotti o servizi è vitale per il sito e per il business che ci gira attorno. Non si tratta di proporre sconti o offerte ma a volte è importante far capire la nostra professionalità e la capacità di dare informazioni pertinenti, soluzioni ideali a prescindere dal costo e dal tempo.
Quando vediamo clienti straniti nel sentire che un sito vuole costanti aggiornamenti, il primo pensiero va alle consulenze sbagliate che hanno avuto prima di iniziare perché comunicare non può essere fatto in poche pagine e avere nuovi clienti è un lavoro certosino che non può limitarsi a poche pagine nel web. Chi non conosce il mondo del web, un po' ci spera ma la realtà è che questi percorsi sono impegnativi e non possono essere fatti senza guide e senza supervisione di esperti che indirizzano il messaggio e lo focalizzano sul fine che ci siamo prefissati.

Quando tutto è troppo facile

Il segreto per capire chi abbiamo davanti è pesare un po' le consulenze che ci da, capire cosa ci dice e cercare conferme. Spesso chi non ha esperienza banalizza e cerca di far vedere ogni aspetto come troppo facile da fare, con pochi click parla di un sito fatto e on line e, ciliegina sulla torta, critica e cerca di mettere in ombra aziende che chiedono budget più impegnativi.

Comunicare spesso e con criterio

Sembra ovvio e banale, ma non sempre si cerca di comunicare spesso e con criterio tanto che a volte capita di non trovare descrizioni adeguate, né misure o materiali. Il parlare ai clienti deve essere inteso a 360° perché chi entra in un sito, sì potrebbe essere un super esperto, ma anche un neofita alle prime esperienze che cerca di avvicinarsi al settore e cerca di capirne di più, magari perché si vergogna di un confronto diretto o solo perché prima di informarsi di persona vuole farsi una base di cultura dell'argomento. Da questo presupposto crediamo sia importante far capire da subito chi siamo, con testi di spessore e con un costante e coordinato aggiornamento del sito per dare informazioni specifiche e sempre più tecniche. Se poi pensiamo al sito ecommerce è molto importante, oltre a chiarire condizioni di vendita, di trasporto o di reso, cosa il cliente sta comperando, soprattutto se ci troviamo di fronte ad acquisti legati a taglie, colori o modelli. Non succede sempre, anzi, tante volte non si capisce proprio cosa il venditore propone e non resta che cercare altrove, anche se dalla foto sembrava il prodotto che si sta cercando o il prezzo sembra conveniente.

Sito web Vs negozio fisico

Se nel punto fisico si parla e si cerca di capire, avendo cura di fare sempre esposizioni nuove, nel web questa accortezza sembra non esserci e troviamo siti sempre uguali senza stimoli né incentivi a comprare/contattare.

Non è solo un aspetto strategico ma anche tecnico e di approccio che deve cambiare altrimenti vivremo sempre il web con casualità e sperando che migliori, quando invece il web deve essere un lavoro di crescita costante e soprattutto concreta. Non è solo questione di soldi, ma di sapersi proporre e saper comunicare al cliente la nostra professionalità, la nostra esperienza e la nostra capacità di saper proporre il prodotto ideale al momento giusto. Se c'è anche il prezzo abbiamo il giusto dessert al menù che potrebbe fare la differenza nel cliente finale e portarlo a comperare da noi, anziché altrove.

Questa pagina è stata inserita nel sistema il: 15/09/2013 11:00:40
L'ultimo aggiornamento: 22/03/2018 09:03:25
Condividi nelle tue pagine Social


Start up tecnico online in 48 ore

In evidenza

Quante volte si arriva in un sito aziendale e non si capisce tutto quello che tratta l'azienda?...
leggi..
24/08/2018
Ottimizzazione siti aziendale per rendere il sito uno strumento di lavoro...
leggi..
28/09/2018
Perché il servizio amdweb con yost.technology è così innovativo?
leggi..
16/10/2018
amdweb usa e consiglia
yost technology
Yost.tecnology

la piattaforma più evoluta di sempre, per creare e gestire siti internet
yost.technology